Il 5 per mille in favore dei servizi sociali della propria città

Dare un aiuto concreto per le attività sociali della propria città.

E’ questo l’invito che rivolge l’assessore al Welfare, Pierluigi Ianiri, ai cittadini di

Cisterna affinché si avvalgano dell’opportunità offerta dallo Stato in occasione della denuncia dei redditi.

Anche quest’anno, infatti, in sede di compilazione dei modelli CUD, 730 o Unico, è possibile scegliere di destinare il cinque per mille dell’IRPEF al proprio Comune di residenza per il finanziamento di attività sociali in favore dei cittadini.

Con una semplice firma nell’apposito riquadro che riporta la scritta “Attività sociali svolte dal Comune di residenza del contribuente” sarà possibile indirizzare un contributo economico in favore della comunità locale.

La destinazione dell’otto e del cinque per mille dell’Irpef non sono in alcun modo alternative fra loro e pertanto possono essere espresse entrambe.

“Invitiamo – dice l’assessore Ianiri – a firmare, nello spazio previsto sulla scheda per la scelta della destinazione dell’8 per mille e del 5 per mille dell’IRPEF allegata alle dichiarazioni dei redditi, l’apposita casella “Sostegno delle attività sociali svolte dal Comune di residenza”.

La destinazione dell’ammontare dell’importo raccolto, che verrà successivamente dettagliata, è vincolata alla realizzazione di interventi a sostegno delle attività a favore delle famiglie indigenti assistite dai servizi sociali del comune di Cisterna di Latina. Dunque ciascuno, in misura diversa ma comunque importante, potrà contribuire in modo concreto e solidale a migliorare l’assistenza sociale e aiutare i concittadini che ne hanno veramente bisogno”.