A Pastena incontro pubblico con gli eletti del territorio

“L’appuntamento è per domani pomeriggio in amministrazione provinciale nel salone di rappresentanza e saranno presenti da una parte gli amministratori locali e dall’altra gli eletti del 4 marzo.
Persone note ed altre meno note, alcune conosciute solo agli addetti ai lavori, altre invece conosciute anche da un pubblico più vasto.
È da capire se sarà gente di belle speranze o  di solide illusioni, se saranno testimoni di un cambiamento profondo della nostra società o semplicemente dei passaparola dalla periferia ai palazzi romani.
Certamente la politica non si può permettere il lusso di fare melina o di trasformare in manfrina il consenso ricevuto dalla gente.
Si corre il rischio di elaborare il libro dei sogni o di fare una lunga lista di promesse ingannevoli buone soltanto per arricchire il curriculum personale o per lavarsi la coscienza di fronte ai propri elettori.
Io, siccome penso di non avere a disposizione né il tempo e né lo spazio per enunciare alcune criticità vissute sul territorio o conosciute attraverso le analisi statistiche della società contemporanea mi limiterò ad alcune osservazioni. Anzi a cinque proposte per rilanciare occupazione, sviluppo economico e turismo.
1) lotta all’ inquinamento del territorio
2) lotta alle infiltrazioni mafiose, al riciclaggio dei capitali sporchi e alla corruzione
3) messa in sicurezza delle strade
4) investimenti per risanamento centri storici
5) riforma della scuola dell’obbligo per i centri fino a tremila abitanti ( limite di otto alunni per la formazione della classe)
Per finire con Pastena che necessita di una normativa chiara e precisa riguardo alla gestione del patrimonio speleologico delle Grotte” ha detto il sindaco di Pastena Arturo Gnesi.