Anziani presi a martellate in casa a Cassino, 31enne arrestato

Una coppia di anziani è stata aggredita la scorsa sera a Cassino da uno sconosciuto che, indossando un giubbotto della Polizia Penitenziara, si era introdotto nella loro abitazione con uno stratagemma.

L’uomo ha colpito i due anziani, l’uomo di 74 anni e la donna di 71 anni, con un martello.

Le loro urla hanno allertato i vicini e subito è stata chiamat a la polizia.

L’aggressore quindi si dava alla fuga, perdendo la giacca della Polizia Penitenziaria.

I primi elementi investigativi immediatamente raccolti, grazie anche alle dichiarazioni di una delle vittime, del vicino intervenuto e del figlio della vittima, nonché l’intuito dei poliziotti, hanno consentito nell’immediato di acquisire univoci elementi di colpevolezza nei confronti di un 31enne di Sant’Elia Fiumerapido, incensurato, sottoposto dagli investigatori a fermo di polizia giudiziaria per tentato omicidio.

Il giovane, per motivi passionali connessi alla compagna del figlio delle vittime, aveva aggredito violentemente i genitori di questo.

L’arresto è stato comunicato al sostituto procuratore della Repubblica di Cassino dott.ssa Chiara D’Orefice.

Il figlio delle vittime era stato oggetto negli ultimi tempi di atti di intimidazione, non ancora denunciati all’Autorità fino all’episodio della scorsa sera, in quanto individuato dall’aggressore quale ostacolo alla sua relazione con la donna.

Gli anziani coniugi presentano diverse fratture al cranio, al volto, agli arti superiori e sono stati trasferiti in eliambulanza al Policlinico Umberto I di Roma in prognosi riservata.