Aquino – Reperti straordinari riaffidati al museo civico. Monete, balsamari e un elmo nel tesoretto delle donazioni

Balsamari in stile magno-greci, monete dell’antica Cales e un elmo di tipo Negau in bronzo perfettamente conservato. Sono solo alcuni dei reperti affidati al Museo di Aquino grazie alle donazioni di alcuni privati cittadini. Questa mattina nella sala consiliare del Comune sono stati presentati i pregevoli pezzi delle collezioni acquisite di recente. “Ringrazio le famiglie che hanno affidato i reperti al museo di Aquino – ha affermato il sindaco Libero Mazzaroppi – è una scelta che fa onore e che contribuisce a ricreare il legame tra la nostra storia e il nostro presente. La scorsa settimana abbiamo riaperto la casa di San Tommaso a riprova dell’impegno che questa amministrazione ha sempre messo nella valorizzazione del patrimonio culturale. Ringrazio il direttore Marco Germani e la curatrice Elisa Canetri per la passione e l’entusiasmo che stanno dedicando al nostro museo civico. E non posso che invitare tutti gli altri cittadini che conservano in casa reperti della nostra storia a riaffidarli al museo affinché possano tornare ad essere patrimonio collettivo”. Entusiasta il direttore Marco Germani che ha illustrato i dettagli della donazione Mastronardi e Cervoni. Nelle video interviste le particolarità delle acquisizioni che verranno esposte nel museo di Aquino che si arricchisce sempre di più di storia e reperti che contribuiscono a ricostruire il mosaico del passato del nostro territorio.