Arpino – ‘Carte a Margine’, sabato la mostra d’incisione

Tutto pronto per “Carte a Margine”, la mostra che verrà inaugurata sabato 21 ottobre alle ore 17:00 presso Palazzo Boncompagni ad Arpino. L’evento, organizzato dal settore Cultura del Comune di Arpino e dall’Officina della Cultura di Carnello, prevede l’esposizione delle opere vincitrici delle scorse edizioni del Premio Fibrenus. Sarà l’occasione di ammirare opere realizzate secondo la tecnica dell’incisione e illustrate da Maestri qualificati. “Siamo lieti di ospitare tutte le opere vincitrici delle edizioni del Premio Fibrenus – Carnello Carte ad Arte. Attraverso questa mostra dedicata all’incisione – ha commentato Rachele Martino, consigliere comunale con delega alla Cultura e alla Pubblica istruzione del Comune di Arpino – potremmo percorrere un cammino che documenta le tappe di uno dei più interessanti premi dedicati a questa forma di espressione artistica. Tante saranno le opere dei protagonisti provenienti da ogni parte del mondo, poetiche e segni molto diversi tra loro che interpretano il territorio in maniera originale e ricca di significato. Ospitare questa mostra vuol dire rafforzare anche i legami esistenti da anni tra l’amministrazione comunale e l’Officina della Cultura: l’associazione presieduta da Pietro Salvatore è un sodalizio cui va il merito di valorizzare la tecnica dell’incisione e la frazione di Carnello, divisa fra tre Comuni, un tempo tra i più importanti centri manifatturieri per la produzione della carta. Come spesso accade sono i luoghi meno frequentati, in periferia, a riservare progetti interessanti e a favorire dialoghi artistici, contaminazioni e sperimentazioni. A Pietro Salvatore e a tutti i componenti dell’associazione va il mio plauso e quello dell’amministrazione civica di Arpino per l’impegno profuso da anni nella promozione dell’Arte e della nostra terra. Infine – ha concluso la Martino – anche per quest’anno ho organizzato un evento dedicato alle scuole: sabato 28 ottobre presso Palazzo Boncompagni gli studenti potranno visitare la mostra ed assistere ad una lezione di incisione tenuta dal Maestro Marco D’Emilia cui va il mio ringraziamento”.