Arpino, iniziato il restyling della pubblica illuminazione

Sono partiti nei giorni scorsi i lavori di ammodernamento dell’impianto di pubblica illuminazione della Città di Cicerone. Tagliare i costi di gestione dell’Ente, questo l’obiettivo da raggiungere da parte dell’amministrazione Rea che ha così annunciato l’inizio dei lavori: ”È prevista la sostituzione dei corpi illuminanti ormai obsoleti e vietati per legge – commenta il Vicesindaco Massimo Sera – con altri a led di ultima generazione che consentiranno un notevole risparmio garantendo altresì migliori condizioni in termini di comfort visivo”.

Per le casse comunali si stima un risparmio del  50% sulla componente energetica oltre che una consistente riduzione dei costi di manutenzione, le lampade a led in fase di istallazione sono garantite fino 10 anni con una durata di 50000 ore.

Massimo Sera
Il Vicesindaco di Arpino, Massimo Sera

”I lavori in questi giorni – continua il Vicesindaco Sera – stanno interessando le strade provinciali in zona Vignepiane, zona Vuotti, via Pietro Nenni e in località Vano Scaffa. Entro fine agosto sarà ultimata la posa in opera delle lampade a led in tutte le zone del paese per un totale di circa 580 punti luce. Sul tratto provinciale 166 da zona Scaffa a località Girone sarà attivo un sistema di  controllo remoto per la riduzione del flusso luminoso durante le ore notturne per un ulteriore risparmio energetico. A inizio settembre, invece, i lavori partiranno nel cuore della città, sarà interessato tutto il centro storico dove saranno sostituite circa 300 lanterne con il sistema cut-off con luce diretta verso il basso per ridurre sensibilmente l’inquinamento luminoso.”