Atina, pericolo caduta massi sulla strada provinciale. Quadrini sollecita l’ente Provincia per la messa in sicurezza.

Alla luce delle ultime vicende riguardanti la chiusura del tratto stradale provinciale di Via della Veduta che da Sora conduce ad Atina a causa della caduta di pesanti massi dovuta alle fori piogge di questi giorni, il consigliere provinciale capogruppo di Forza Italia ing. Gianluca Quadrini su sollecitazione del Presidente del consiglio comunale di Atina, l’amico Luca Giannandrea, e consapevole dell’importanza che la strada riveste interviene prontamente per la messa in sicurezza della stessa, sollecitando l’intervento dell’ente provincia.

“Ho interessato prontamente gli uffici preposti della provincia di Frosinone con il dirigente l’ingegner Secondini –dichiara Quadrini- affinchè vengano adottate al più presto le misure necessarie per mettere in sicurezza una strada provinciale importante, per le quali sono stati richiesti dei fondi alla Regione, salvaguardando l’incolumità degli automobilisti che quotidianamente la percorrono per spostarsi dal centro storico del paese fino a Villa Latina o Picinisco. La presenza, infatti, di altri massi pericolanti che potrebbero cadere da un momento all’altro richiede un sistema di monitoraggio con il lavoro di disgancio di quelli rimasti in bilico sul costone, con la conseguente rimozione”.

Significativo anche l’intervento del presidente del consiglio comunale Luca Giannandrea che dichiara: “Ho interessato il consigliere Quadrini che si è attivato immediatamente per risolvere un grave problema che riguarda la strada provinciale che collega il centro storico con la frazione di Sabina, al confine con il Comune di Villa Latina. La caduta massi finiti sul manto stradale ha reso necessario l’intervento di una ruspa per rimuoverli, provocando altresì anche lo smottamento della strada, che attualmente è chiusa causando diversi disagi agli automobilisti. E’ necessario pertanto, rispristinare quanto prima la normale viabilità di un tratto importante dove si registra un serio rischio che richiede la programmazione di una serie di controlli per scongiurare il verificarsi di una tragedia improvvisa”.