Attentato a Barcellona, paura tra i cassinati in città

Una città sgomenta. La paura si può toccare in queste ore a Barcellona dove un’auto si è lanciata contro la folla sulla Rambla.

Tantissimi i turisti da ogni parte, tanti anche dall’Italia. Molti raccontano di essersi allontanati da poco e di essersi salvati per una manciata minuti. Un ragazzo di Pontecorvo ha dichiarato: “Ieri la mia fidanzata è stata dal parrucchiere proprio lì.

Ci sono molti nostri amici che abbiamo contattato per sapere se stanno bene. Quella è una zona molto turistica e ci sono soprattutto stranieri e moltissimi giovani. siamo tutti scioccati”. È questa la dichiarazione di Marco Papa un ragazzo originario di Pontecorvo che dal 2014 vive e lavora a Barcellona.

“Qui ci sono sempre stati i controlli antiterrorismo come si può immaginare. Tutte le situazioni vengono monitorate non ci aspettavamo potesse succedere una cosa del genere”.

Due amici di Cassino in vacanza a Barcellona erano in procinto di recarsi in centro pochi minuti prima che si diffondessero le prime notizie dell’attentato.

I ragazzi sono stati invitati, insieme agli altri ospiti dell’albergo, a restare nella struttura dove hanno fatto una sorta di censimento per verificare che tutti gli stranieri fossero presenti e che nessuno fosse nell’area rossa.

Foto “La Vanguardia”