Castelforte, il comune riceve dalla Regione un finanziamento per la realizzazione di tre isole ecologiche

Castelforte ha ottenuto un contributo di circa 200.000 euro dalla Regione Lazio per la realizzazione di tre isole ecologiche a supporto della raccolta differenziata dei rifiuti urbani.

“E’ una bella notizia – esordisce il Sindaco Giancarlo Cardillo- che ci aiuta a potenziare un servizio di eccellenza che abbiamo in animo di migliorare ulteriormente. Inoltre credo che questo contributo sia la migliore risposta a quanti ci accusavano di non riuscire ad attrarre finanziamenti. In ogni caso, nel dettaglio, il progetto prevede tre isole ecologiche. Una a Castelforte centro, una a Suio Terme e una a Suio paese. La localizzazione dovrà rispondere a criteri precisi secondo il principio di prossimità e avranno la funzione di integrare i servizi già presenti. Colgo l’occasione per ringraziare la Regione Lazio che ha saputo riconoscere il nostro impegno e la progettualità che esprimiamo in un ambito davvero importante per la crescita della qualità della vita e la vivibilità del territorio”.

L’obiettivo generale da perseguire è il miglioramento della raccolta differenziata, già condotta ottimamente in tutto il territorio comunale. Attraverso questo progetto che la Regione Lazio ha ritenuto meritevole di attenzione il Comune mira ad ottenere una sempre maggiore adesione e partecipazione dei cittadini nella razionalizzazione dei costi e nella crescita ulteriore della coscienza ambientale.

“La raccolta differenziata infatti -puntualizza il delegato all’ambiente Vincenzo Fusco- va articolata nelle varie modalità che consentono di ottimizzare i processi di intercettazione, separazione e trasporto delle componenti selezionate. La più consolidata ed efficace modalità di raccolta è, come è noto, il porta a porta soprattutto perché ci consente di separare i rifiuti minimizzando costi e risorse. E così, ora, attraverso le isole ecologiche si punta ad integrare l’organizzazione cercando di raggiungere risultati ancora più importanti e significativi”.

Le tre isole ecologiche che saranno realizzate a Castelforte prevedono la possibilità di conferire vetro, carta/cartone, plastica/metallo, organico, indifferenziato e piccoli RAEE (rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche). Ma la vera novità sarà anche l’installazione della pesa all’interno dell’ecoisola con la possibilità di misurare ogni tipo di tipologia di rifiuto al fine di applicare una modalità di tariffazione puntuale. Inoltre sarà realizzato un piccolo angolo del riuso.

Con questo intervento insomma l’Amministrazione Comunale si incammina a passi sempre più decisi verso l’ambizioso obiettivo di “zero rifiuti” che si propone di riprogettare la vita ciclica dei rifiuti considerati non come scarti ma risorse da riutilizzare come materie prime seconde, contrapponendosi alle pratiche che prevedono necessariamente processi di incenerimento i discarica, e tendendo ad annullare o diminuire sensibilmente la quantità di rifiuti da smaltire. Il processo si basa sul modello delle risorse presenti in natura. Ci sono già 261 comuni in cui questo è realtà e Castelforte ambisce ad ottenere proprio questo risultato.