In migliaia al carnevale di Pontecorvo

Il Carnevale di Pontecorvo non è una tradizione folcloristica, o meglio, non è soltanto la scenografica parata dei carri allegorici, è invece una spumeggiante sfilata di un intero popolo che nello spirito del Carnevale si ricerca e si riconosce.

L’edizione numero 66 del Carnevale di Pontecorvo è stata sorprendente grazie alle tante maschere che hanno animato il bizzarro corteo. Balli, canti, battute, giravolte, prese in giro, travestimenti originali e altri più convenzionali. Non mancava nessuno alla sessantaseiesima edizione del Carnevale più longevo della provincia di Frosinone, dai fenicotteri agli iphone passando per le matrioska per arrivare a schiere di vampiri steampunk, indiani, carte da gioco.

Per tutti una sola parola d’ordine: fantasia. Un popolo che si ‘arma’ di creatività per interpretare al meglio il Carnevale non senza stilettate di sarcasmo. Il senso di questa festa è anche la satira e l’ironia pungente per denunciare piccoli e grandi problemi, come la questione dell’acqua razionata o delle bollette salate che si è trasformata nella messinscena di un capo berbero che si trascina dietro un cammello assetato.

E poi, l’imponenza dei carri allegorici ha reso ancora più suggestivo l’evento. Tre le complesse macchine di cartapesta e meccanismi di movimento realizzate dai maestri carristi che sono il valore aggiunto della festa pontecorvese.

Entusiasta il sindaco Anselmo Rotondo: “Migliaia di partecipanti alla prima manifestazione organizzata dalla Asm, l’azienda municipalizzata. I carri sono di ottima fattura, sono ritornati ad essere al centro della manifestazione. Sono contento, ma sono molto rammaricato perché non ho potuto sfilare perché impegnato per lavoro. Tutto può essere migliorato, ma intanto voglio fare i complimenti e ringraziare tutti quelli che ci hanno aiutato la multiservizi, la protezione civile, i vigili urbani e le tante associazioni di volontariato in particolare l’Aipe e il mio ringraziamento va al vicesindaco Moira Rotondo”.

Il più antico Carnevale della provincia di Frosinone ha fatto ballare tutti fino a notte fonda in un tripudio di maschere, scherzi, allegria e coriandoli.