Insieme in campo con la Polizia di Stato

Ultimo appuntamento di “Insieme in campo” , format per promuovere nelle scuole – coinvolta oggi la “Media” del Campo Coni – la cultura del rispetto e del movimento come crescita sociale, culturale e civile, come strumento di prevenzione del disagio e promozione di corretti stili di vita.
Tutti presenti i promotori: Questura di Frosinone, Unicas, Ufficio Scolastico Provinciale, Frosinone calcio, rispettivamente rappresentati dalla dr.ssa Antonella Chiapparelli con la sua consolidata “squadra della legalità”, dalla dr.ssa Marika Gimini, dal dr. Pierino Malandrucco e dal Dirigente Giuseppe Capozzoli con il suo staff.
Dopo i saluti, la parola è passata al preparatore atletico Paolo Nava – l’importanza di una corretta alimentazione – ed al capitano Alessandra Frara, che ha raccontato la sua esperienza di calciatore, ripercorrendo le tappe più importanti della sua carriera, tra cui il suo esordio in Champions League con la maglia della Juventus.
A seguire l’intervento della dr.ssa Chiapparelli.
È stata analizzata la gestione dell’ordine pubblico: dalla funzione del Gos al rispetto delle regole nella struttura sportiva, al ruolo degli stewards e all’importanza della sicurezza condivisa, affinché lo stadio possa essere la “casa” non soltanto dei “tifosi” ma anche delle famiglie.
Un lungo applauso dei giovani studenti ha chiuso il “sipario” sulla prima edizione di Insieme in campo.