Presentato al Maxxi di Roma il progetto artistico del cammino di San Benedetto

L’esito del bando regionale “Arte sui Cammini”, iniziativa promossa dalla Regione Lazio al fine di realizzare ed installare opere d’arte contemporanea, opere di scultura, land art e street art, installazioni sonore e interattive lungo i quattro Cammini della Spiritualità presenti nel territorio regionale: la Via Francigena nel nord, dal confine con la Toscana a Roma; la Via Francigena nel sud, da Roma a Minturno e a Cassino, ai confini con la Campania e il Molise; il Cammino di Francesco, dall’Umbria a Roma attraverso la Valle Santa reatina e il Cammino di Benedetto, che attraversa il Lazio interno dal territorio di Leonessa a Montecassino; è stato presentato lo scorso 7 novembre presso la Sala Carlo Scarpa al MAXXI di Roma alla presenza del Presidente Regione Lazio Nicola Zingaretti con i 7 progetti vincitori. Nella classifica generale al terzo posto con un finanziamento di circa € 150 mila il Comune di Trevi Nel Lazio per il progetto legato al “Cammino di San Benedetto”. Da nord a sud, l’itinerario del Cammino di Benedetto attraversa il Lazio dal territorio di Leonessa in provincia di Rieti, fino a Montecassino e tocca diverse abbazie fondate dal santo e dai suoi discepoli. Una delle tappe più belle e suggestive del Cammino immergendosi nell’anima più segreta e antica del territorio laziale, fra piccoli borghi, campagne a boschi millenari, è senza dubbio quella da Trevi nel Lazio da cui si raggiunge poi Collepardo. Entro l’estate del 2019 saranno incastonate in tre diversi luoghi del centro storico di Trevi Nel Lazio, le tre diverse opere. La scelta dei siti è stata dettata dall’analisi della vita del borgo e dalle suggestioni dell’artista Laura Bianchini (compositrice), originaria di Trevi nel Lazio, in collaborazione con Licia Galizia (artista visiva). Il progetto è denominato “Via dei Canti”, sviluppato in tre opere scultoreo-musicali adattive: Foce, Aquiloni, Terra e Cielo. “Foce” è l’opera che verrà posta su una fontana già esistente e richiama le sorgenti naturali e la nascita dell’Aniene; “Aquiloni”, dal nome del vento locale che emette un suono peculiare, sarà appesa sul soffitto ligneo ad arco di una zona di passaggio, mentre “Terra e cielo”, situata nel punto più alto e panoramico del paese, alle spalle del Castello Caetani, sarà una sintesi tra la dura vita dei contadini di montagna e la levità del cielo.

“Sono molto soddisfatto di questo importante risultato per il territorio –commenta il Sindaco Grazioli- curato dal centro studi musicali presieduto da Laura Bianchini grande musicista originaria di Trevi Nel Lazio nota a livello internazionale, presentato in sinergia con delibera del Comune di Trevi Nel Lazio e del Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini. Le tre opere realizzate saranno posizionati in tre punti di Trevi Nel Lazio, coinvolgendo l’intera comunità ed il suo territorio”.