Azione Cattolica, si uniscono le realtà di San Pietro Infine e Cervaro

Nell’appropriata cornice dell’ex Asilo Maria Santissima dell’Acqua si è svolto domenica 25 febbraio alle 17,30 l’incontro – Gemellaggio comunitario tra l’Azione Cattolica San Michele Arcangelo di San Pietro Infine e l’Azione Cattolica di Cervaro.

L’invito accolto dalle parrocchie con disponibilità ed entusiasmo, si è concretizzato col Gemellaggio di ritorno, in quanto, le associazioni si erano già incontrate nei locali di San Paolo a Cervaro, nell’aprile dello scorso anno, ricevendo un’ottima accoglienza, in un clima di comunione fraterna.

Il tutto nacque su proposta della presidente parrocchiale di Cervaro, nonché Consigliere diocesana di A.C. Ornella Bianco, quando chiese alla presidente A. C. di San Pietro Infine Antonietta Perrone, di fare un gemellaggio per vivere insieme il nuovo cammino associativo. La risposta fu immediatamente positiva. Da allora, le presidenti si sono incontrate, sentite, invitate per varie iniziative.

Domenica ha aperto l’incontro il parroco Mons. Lucio Marandola con la preghiera per la famiglia di Papa Francesco, inserita nella lettera Pastorale della Quaresima – Pasqua del nostro Vescovo diocesano Mons. Gerardo Antonazzo: ”La famiglia luogo di benedizione”. Ha parlato di associazioni viste come una grande famiglia capace di portare avanti valori, tradizioni e storia, senza dimenticare lo spirito di servizio per la Chiesa e la comunità. Ha anche ricordato i legami che sono sempre esistiti tra le due comunità e il suo attaccamento alla Forania di Cervaro.

Ha preso la parola poi la presidente Antonietta Perrone ringraziando tutti i presenti e spiegando il passo importante che si è voluto fare, ricordando che il gemellaggio ha un fine unico e cioè quello di vivete la cristianità, la spiritualità, la fede in un percorso di condivisione.

Oltre ad essere scambio culturale, è sviluppare nuovi progetti, favorire riflessioni congiunte su specifiche questioni per apportare beneficio alle comunità. L’obiettivo del triennio 2017- 2020 ha ribadito la presidente, è quello di poter realizzare in ogni associazione, esperienza e percorsi significativi nell’ambito dell’Apertura alla Chiesa Universale. È quindi un legame che può essere coltivato in svariati modi, congiungendo sforzi per assicurare sviluppo e continuità ai legami che si traducono in benefici per le comunità.

Ha poi ricordato l’importante figura del fondatore dell’Azione Cattolica di San Pietro Infine, l’Arciprete Don Aristide Masia, quando nell’anno 1922 istituì i movimenti cattolici maschile e femminile, e nel corso degli anni, sfociarono nell’unica associazione giunta fino ai giorni nostri. Ha ricordato poi le parole del Santo Padre: ”Le nostre parrocchie devono diventare isole di misericordia in mezzo al mare dell’indifferenza”.
Ha concluso augurando buon cammino associativo di fede e buon cammino di quaresima.

La presidente Ornella Bianco ha preso la parola ribadendo l’importanza dei Gemellaggi, ricordando che l’Azione Cattolica è una grande famiglia e come tale ha bisogno di essere sostenuta, fortificata ds presenze forti come gli associati, che con spirito di servizio incondizionato, partecipano attivamente alla costruzione di un cammino di fratellanza.
Si è detta soddisfatta dell.organizzazione, dell’accoglienza ricevuta, della partecipazione a tale evento. Dopo lo scambio dei rispettivi doni, la serata si è conclusa con un momento di convivialità fraterna.

Azione Cattolica di San Pietro Infine