Biciturismo, la proposta di Carmelo Palombo candidato alla Regione Lazio con Lega con Salvini per il Lazio

La mobilità alternativa, quella a impatto zero su due ruote, è uno dei temi cardine del programma che Carmelo Palombo, candidato nella lista Lega con Salvini per il Lazio, intende realizzare in Regione. Domani alle ore 18 presso l’hotel-ristorante Al Boschetto Carmelo Palombo incontrerà le associazioni sportive e i ciclisti del territorio per ascoltare le loro proposte e per integrarle con il suo piano per una mobilità alternativa e strategica per il territorio. “Il ciclismo è, per me, una scuola di vita. Ho incontrato tante persone stupende e, pedalando, ho visto la nostra provincia con occhi diversi. Dalla mia esperienza personale nasce il progetto di integrazione tra turismo, sport e ambiente attraverso la promozione della mobilità alternativa. La bicicletta intesa non solo come mezzo per fare sport, ma come mezzo di locomozione urbana e come volano di un turismo ecosostenibile. Il cicloturismo, anno dopo anno, registra sempre nuove adesioni con numeri importanti anche sotto il profilo economico. I dati del 2017 attestano la crescita del cicloturismo, infatti, secondo le rilevazioni dell’Enit, il cicloturismo genera in Europa un indotto economico di 44 miliardi, con 2 milioni di viaggi e 20 milioni di pernottamenti. E in Italia oltre 3miliardi. Intercettare questo flusso turistico è la strada giusta per mettere in rete i nostri territori dal grande fascino e che ricadono tra la via delle abbazie e la via Francigena. Per farlo c’è molto da fare. C’è bisogno di strutture e di infrastrutture. A Cassino ci siamo attivati e prossimamente, nell’ambito del progetto sicurezza, verrà realizzata la prima parte della pista ciclabile di collegamento tra l’ateneo e la città, ma tanto altro si può fare e per farlo abbiamo bisogno che chi vive l’esperienza della bicicletta per sport, passione, turismo o per lavoro abbia la possibilità di esprimersi. Per questo aspetto tutti i ciclisti, le associazioni sportive, amatoriali e gli appassionati all’incontro che ho organizzato per domani, sabato 24 febbraio, alle ore 18 al Boschetto. Noi, con forza, possiamo costruire una Regione che potenzi la mobilità alternativa credendoci davvero e non come specchietto per le allodole come è stato fatto finora”.