Il bulldozer Mignanelli e la crisi del centrodestra Cassinate

La vera sorpresa di questa campagna elettorale è stato Massimiliano Mignanelli con la sua Civica popolare.
Infatti in questi giorni sta avanzando come un bulldozer nel raccogliere consensi, senza trovare nessun ostacolo sul suo cammino.

E tutto questo muovere voti, sul Cassinate, dal centro destra a Civica Popolare, sta cambiando gli assetti elettorali nel basso frusinate. Infatti questo migrare di voti causati da Mignanelli giocherà a favore del candidato alla Camera all’uninominale Gianrico Ranaldi a discapito del candidato della coalizione di centro destra.

L’attuale situazione potrebbe portare la città di Cassino ad eleggere due deputati della stessa coalizione, tutto dipende anche dal consenso che otterrà la Lorenzin a livello nazionale.

Una tornata elettorale tutta all’insegna delle sorprese e tutta da giocare fino all’ultimo minuto. Tante le variabili da tenere sott’occhio in questi giorni come il candidato di Casapound Maurizio Russo che anche lui come Mignanelli sta sottraendo voti al candidato del centrodestra che inizialmente era quotato favorito, cosa che molti ignorano con la nuova legge elettorale i candidati all’uninominale giocano una partita uno contro uno, una sfida all’ultimo voto.

L’attuale assetto politico, malumori e scontenti rischiano di giocare un brutto scherzo alla coalizione di centrodestra, un altro motivo che può causare sorprese allo spoglio è la spinta forte che è stata fatta su un solo candidato della coalizione per le regionali e discapito dell’area del sorano, questi squilibri potranno influire anche sul voto alla Camera.

Pasquino