Io sono come te, campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne

Da anni L’Osservatorio Giuridico Italiano, il cui presidente è il noto Psichiatra e criminologo Prof. Alessandro Meluzzi, realizza progetti solidali volti ad informare, sensibilizzare e tentare di prevenire la violenza sui più deboli.
Quest’anno, attraverso una campagna che sta spopolando sul web, migliaia di donne, uomini, gruppi di persone manifestano il loro desiderio di cambiamento attraverso una frase: io sono come te postata poi, attraverso un cartello sui social.

L’Avvocato Tiziana Barrella, Responsabile Scientifico dell’Osservatorio Giuridico Italiano ci spiega la frase “io sono come te” – “volevamo una frase semplice e diretta che potesse essere ricordata facilmente ed in cui ci si potesse in qualche modo identificare. Volevamo inoltre mettere in evidenza quanto sia determinante accorciare le distanze del rispetto reciproco, ecco perché io sono come te! Ma io sono come te è anche ciò che viene ripetuto in una splendida canzone di due artisti italiani che saranno i testimonial ufficiali della nostra campagna”.

E’ proprio sul video di due artisti italiani che saranno poi montati i fotogrammi che oramai inondano il web, ma Barrella non ci ha voluto svelare altro!
L’OGI contribuisce attraverso il proprio impegno sociale, a gridare che è necessario accorciare le differenze e le distanze del rispetto, non solo per un giorno solo, ecco perché la realizzazione di un video che possa essere guardato per 365 giorni l’anno. IO SONO COME TE, è quindi frutto di una campagna contro la violenza sulle donne che fa parte di un ben più grande progetto di sensibilizzazione ed informazione realizzato attraverso convegni, libri e seminari.

Ma perché Laura Viola, componente del coordinamento Pari opportunità e Vice-coordinatrice di Forza Italia Cassino ha deciso di appoggiare questa campagna? “Da sempre sono attenta e sensibile alla problematica, porto avanti battaglie volte ad arginare il fenomeno dilagante e trovo l’iniziativa dell’OGI veramente efficace. Vedere tante persone condividere lo stesso pensiero che è quello per cui io stessa mi sto battendo da tempo, mi spinge ad aderire personalmente all’iniziativa ed a stimolare tutti coloro che come me, credono allo stesso progetto”. Proprio per dare un’informazione “di prima mano” sull’argomento, ci siamo voluti far spiegare Barrella questa iniziativa invitandola ad un evento che terremo proprio a Cassino il 25 novembre sul tema della violenza domestica”.