Campoli Appenino – Orsi e turismo, ne hanno parlato il presidente Pompeo e il sindaco Di Benedetto

Campoli Appennino

Lo sviluppo del turismo legato alla montagna, attraverso progetti di rete tra gli enti del territorio, con una regia da parte della Provincia, oltre alla necessità di garantire la manutenzione delle strade e la possibilità di tutelare l’ambiente, investendo e potenziando la raccolta differenziata.

Di questo hanno discusso il Presidente della Provincia di Frosinone Antonio Pompeo e il sindaco di Campoli Appennino Pancrazia Di Benedetto, insieme al consigliere Daniele Mazzone, nell’incontro a Palazzo Gramsci.

Un orso nell’area faunistica di Campoli Appennino

Campoli Appennino punta forte sullo sviluppo turistico, in particolare legato alla presenza degli orsi e delle prelibatezze della cucina per il tartufo e chiede un supporto da parte dell’Amministrazione provinciale.

“Campoli Appennino è uno dei tanti paesi gioiello della nostra provincia – ha dichiarato il Presidente Pompeo – la sua ricchezza deve esser per forza legata alla tutela e alla promozione dell’ambiente, della gastronomia e delle peculiarità legate alla presenza degli orsi”.

“Di questo abbiamo discusso con il sindaco Di Benedetto, rinnovando la piena disponibilità da parte della Provincia a promuovere progettualità in rete di sviluppo e di crescita legate al turismo”.

“L’ente Provincia, pur non avendo competenza specifica, può supportare e coordinare azioni e iniziative che possono determinare reali ricadute sulle economie locali”.

“Campoli Appennino – ha aggiunto il sindaco Di Benedetto – riconosce l’importanza del ruolo della Provincia nella difesa del territorio e dell’ambiente e nella capacità di porsi come ente promotore di strategie di sviluppo integrato. Un ringraziamento al Presidente Pompeo per la presenza della Provincia sul territorio, in risposta alle numerose esigenze di manutenzione e per le risorse messe a disposizione dei comuni per il miglioramento dei livelli di raccolta differenziata. Ambiente e turismo devono procedere di pari passo per ridefinire il futuro sviluppo economico e sociale della nostra terra”.