Caserta festeggia il 4 novembre, porte aperte al Palazzo Acquaviva

Il prossimo 4 novembre saranno celebrate, come ogni anno, il “Giomo dell’Unita Nazionale” e la “Giornata delle Forze Armate”.

L’edizione di quest’anno sara caratterizzata da un programma che prevede, oltre alla rituale manifestazione celebrativa che si svolgerà come di consueto presso il Monumento ai Caduti di Caserta, ulteriori iniziative che danno maggior risalto alla speciale ricorrenza.

In piazza della Prefettura di Caserta sarà replicata la mostra statica di mezzi e materiali delle Forze Armate, delle Forze di Polizia, dei Vigili del Fuoco e delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, evento che registrò lo scorso anno una straordinaria partecipazione di pubblico.

La novità di quest’anno sarà rappresentata dall’apertura al pubblico del “Palazzo Acquaviva”, sede della Prefettura di Caserta.

In particolare, sarà possibile visitare nella stessa giornata celebrativa i saloni di rappresentanza e la quadreria del “Palazzo del Governo” dalle ore 10.00 alle ore 13.00. Per l’occasione sono state programmate tre visite della durata di quaranta minuti ciascuna, con inizio, rispettivamente, alle ore 10.00 – ore 11.00 – ore 12.00, per singoli gruppi di 20/25 persone.

A tal fine sarà necessario effettuare la prenotazione chiamando ai seguenti numeri telefonici 0823.429360 – 0823.429378 – 0823.429321, dal Lunedì al Venerdi, dalle ore 9.00 alle ore 13.00. Le visite saranno assistite da guide della Reggia di Caserta.

La finalità che si intende perseguire è quella di consentire ai cittadini di avvicinarsi alle Istituzioni pubbliche, aprendo il “Palazzo” per renderlo fruibile a tutti in occasione di una ricorrenza significativa per gli “italiani”, che festeggiano l’Unità Nazionale e ciò che con le Forze Armate rappresenta.

Il Palazzo del Governo è un luogo di rappresentanza dello Stato, e un simbolo, è la “casa comune dei cittadini” e poterne godere l’uso significa poter condividere una parte del patrimonio pubblico, fonte del legame e del comune sentire da cui nasce il valore identitario unico che ci pervade nel sentimento di appartenenza al nostro Stato. Inoltre, l’immobile a patrimonio di Caserta e, come tale, la sua apertura al pubblico a un atto di restituzione al territorio, attraverso la sua fruizione, di un bene comune.