Cassino – Accattonaggio molesto, chieste misure di sicurezza

Cassino

Il presidente dell’Associazione Risorgimento Cassinate Idea Sociale Danilo Evangelista in merito alle ultime vicende riguardanti i clochard in città ha detto che:

“Nella città di Cassino trionfa l’insicurezza, giorno dopo giorno avvengono spiacevoli eventi che spaventano i cittadini.

In diversi hanno lamentato le molestie e gli insulti ricevuti da alcuni clochard ubriachi che vagano per le strade della città o che spesso bivaccano divanzi la chiesa di Sant’Antonio e sotto i portici chiedendo insistentemente offerte in denaro.

Chiediamo all’amministrazione comunale di mettere in pratica la formula “ Tolleranza Zero” di cui tanto parlava in campagna elettorale perché non è ammissibile che i cittadini abbiano paura di passeggiare per non essere insultati o per non vedere il degrado umano in cui giacciono questi clochard.

La nostra soluzione è applicare il divieto di accattonaggio tramite un’ordinanza comunale come già avviene in diverse città italiane, specialmente nel Nord Italia.

Crediamo che sia una misura idonea a limitare la presenza di clochard ma soprattutto i loro atteggiamenti pericolosi in quanto ai trasgressori di questa eventuale ordinanza, verrebbero applicate le sanzioni previste dall’art. 650 del codice penale tra cui un possibile arresto o ammende”.