Cassino – D’Alessandro: niente più rifiuti da Roma. Risultato straordinario

Carlo Maria D'Alessandro

“Ieri nell’Assemblea dei Sindaci della Saf insieme ad altri primi cittadini abbiamo chiesto ed ottenuto di non rinnovare tutti i contratti in essere per lo smaltimento dei rifiuti di Roma.Un risultato straordinario per il territorio che ha ribadito la volontà di non diventare la pattumiera della Capitale e della Regione Lazio“.

Lo ha dichiarato il Sindaco del Comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro.

“Dunque dal 31 dicembre 2017, data di scadenza degli ultimi accordi l’impianto di Colfice non smaltirà piú nessun rifiuto che non día stato prodotto in provincia di Frosinone. Abbiamo preso una posizione importante.

Infatti, appena il caso di evidenziare quale sia la situazione concernente il territorio del Lazio Meridionale, che ormai da anni subisce situazioni di grave disagio.

La riorganizzazione della gestione dei rifiuti del territorio, quindi, alle luce della circostanza di importante criticità ambientale, risulta essere fondamentale, soprattutto, per la salute dei cittadini.

E’ evidente che Roma non può risolvere le sue emergenze scaricando ulteriori criticità sui territori altrui.

Inoltre, sempre nell’assemblea di ieri, abbiamo richiesto che l’impianto sia potenziato per quanto riguarda lo smaltimento dei rifiuti differenziati.

Infine nei prossimi giorni sarà rivisto il nuovo contratto che è stato proposto ai sindaci perché presenta delle evidenti anomalie che senza ombra di dubbio discusse e chiarite.

Questo risulta essere un altro elemento necessario per far si che la gestione dei rifiuti sul territorio sia sempre piú trasparente, consona alle esigenze dei comuni del territorio ed attenta a quelle posso essere i risvolti sulla salute dei cittadini”.

Ha concluso il Sindaco del Comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro.