Cassino – Diritto alla casa, le proposte di Asia-Usb

Diritto alla casa, un passo in avanti per otto famiglie di Cassino. A spiegare cosa sia accaduto è stato Rino Tarallo dell’Asia-Usb che si è fatto promotore della consegna di una lista di otto nuclei al sindaco Carlo Maria D’Alessandro. “Un ultimo passaggio tecnico – ha spiegato Tarallo – lo avremo il prossimo 20 luglio con l’assessore alla casa Beniamino Papa. Risolta per così dire la parte strettamente burocratica manca all’appello un ‘piccolo’ particolare, le case.

Difatti dei 15 appartamenti solo 2 sono stati ultimati. Ora aspettiamo di sapere quando il commissario dell’Ater ha idea di dare il via ai lavori per la costruzione delle restanti 13 case.

La situazione attuale in provincia, e non crediamo di essere i soli a pensarlo, è a dir poco drammatica. Una situazione fatta di aziende che chiudono i battenti, di una disoccupazione insostenibile, di Comuni inermi di fronte alle emergenze sociali e di una politica regionale fatta di spot e tante belle parole che, purtroppo, rimangono tali e che in realtà non hanno nessuna ricaduta reale e positiva sulla vita delle persone. Con la certezza di non essere smentiti ci chiediamo come si può, nell’attuale momento storico parlare di housing sociale ed eventuali riscatti. Restiamo convinti che la mission dell’Ater sia quella di gestire gli immobili esistenti in maniera ottimale e non della vendita del patrimonio. Dovrebbe occuparsi finalmente della riqualificazione dell’esistente e di mettere in campo un piano straordinario strutturato per dare risposte ai meno abbienti”.