Cassino – Espulso nigeriano che era detenuto in carcere per violenza sessuale

Gli agenti dell’Ufficio Immigrazione della Questura hanno eseguito l’espulsione del 41enne dopo il periodo di detenzione presso la Casa Circondariale di Cassino per i reati di violenza sessuale e sequestro di persona

Prosegue l’intensa attività dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Frosinone, è stata eseguita un’altra espulsione.

Il destinatario del provvedimento è un cittadino nigeriano di 41 anni, dopo il periodo di detenzione presso la Casa Circondariale di Cassino, per i reati di violenza sessuale e sequestro di persona.

L’uomo, con Decreto del Prefetto ed Ordine del Questore di lasciare il Territorio Nazionale, è stato accompagnato dagli agenti dell’Ufficio Immigrazione presso il C.I.E. di Torino, in attesa di essere rimpatriato.

I Centri di Identificazione ed Espulsione (CIE), infatti, sono strutture istituite per trattenere gli stranieri “sottoposti a provvedimenti di espulsione e o di respingimento con accompagnamento coattivo alla frontiera” nel caso in cui il provvedimento non sia immediatamente eseguibile.