Cassino – Historiale verso la chiusura?

Il museo Historiale nasce come custode della memoria di una comunità ferita nelle fondamenta dalla seconda guerra mondiale.

Qui ai piedi di Montecassino si sono incontrati e scontrati gli eserciti provenienti da ogni angolo della terra e il museo, divenuto realtà in occasione del sessantesimo anniversario della battaglia di Montecassino, voleva essere la rappresentazione intima, umana del dramma vissuto dai civili di questa terra posta al centro della linea Gustav.

Una storia nella Storia. Questo luogo realizzato dalle Officine Rambaldi avrebbe dovuto rappresentare la fonte alla quale fare riferimento per costruire una vera cultura della pace.

Nell’area di pertinenza hanno trovato casa associazioni importanti nel processo di testimonianza contro ogni tipo di conflitto, eppure qualcosa non ha funzionato.

In questo percorso di musealizzazione della memoria troppi semi sono andati dispersi.

Sembra che dal prossimo mese l’area museale chiuderà al pubblico.

Intanto, da troppo tempo nessuno si occupa più né del complesso museale né dell’area circostante.

O meglio molti se ne preoccupano come la direttrice dell’Historiale ma la mancanza di risorse mette a rischio tutti gli sforzi fatti finora.

Il museo ha costi di gestione molto elevati dal momento vive una vacanza gestionale che si protrae da tempo.

È la memoria rischia di diventare una folata di vento, un sussurro che non avrà più un luogo fisico per essere tramandata.