Cassino – La Polizia chiude un autolavaggio gestito da egiziani

Dopo l’operazione “Gold Wash”, con la quale la Polizia di Stato ha disarticolato un sodalizio criminale intenzionato ad imporre con la violenza il controllo esclusivo nella gestione degli autolavaggi della Città Martire, gli uomini del Commissariato di Cassino non hanno mai abbassato la guardia, continuando a monitorare la situazione.

Nel mirino degli inquirenti, questa mattina, è finito un altro autolavaggio, il cui titolare è un ragazzo egiziano.

La struttura, sprovvista della necessaria autorizzazione comunale per lo scarico delle acque reflue provenienti dal servizio igienico e dall’impianto di depurazione, è stata posta sotto sequestro.

Inoltre è stato accertato che l’impianto di depurazione è ubicato ad una distanza inferiore rispetto a quanto previsto dalla normativa in materia di vincoli paesaggistici, a cui è sottoposta l’intera area.

I controlli della Polizia di Stato proseguiranno senza sosta per garantire il rispetto delle regole e la sicurezza alla cittadinanza.