Ceccano – Al via i festeggiamenti del santo patrono con la seconda edizione de “Le notti della contea”

Benedetto Vecchio degli Mbl

Dopo il successo della prima edizione de “Le notti della contea”, torna arricchito di appuntamenti questo evento che dallo scorso anno a Ceccano ha richiamato migliaia di visitatori per il programma dei festeggiamenti dedicati al patrono San Giovanni Battista.

Dalla “tre giorni” della precedente edizione, quest’anno il programma di manifestazioni e spettacoli quasi raddoppia strutturandosi su ben cinque giornate.

Per la seconda volta il palcoscenico naturale dei tradizionali luoghi di incontro e socializzazione che è il suggestivo centro storico di Ceccano, si trasformerà in un vorticoso ed esilarante contenitore di spettacoli dal vivo con acrobati, trampolieri, giocolieri, clown, prestigiatori, statue viventi, mimi, figuranti, musicisti, rappers, street band e operatori enogastronomici grazie ai quali diventerà possibile ampliare l’offerta degli eventi, mai così coinvolgenti come programmati da due anni a questa parte grazie all’Amministrazione Caligiore.

Cinque giorni che da mercoledì 21 giugno fino a domenica 25 permetteranno rappresentazioni giornaliere in grado di attirare l’attenzione e l’interesse di grandi e bambini. Già questa sera l’inizio della seconda edizione de “Le Notti della Contea” sarà coinvolgente con il concerto degli MBL, Musicisti Basso Lazio, che dalle ore 21 in P.zza XXV Luglio regaleranno al pubblico presente un percorso nella musica popolare e nelle tradizioni della nostra terra, in cui il gruppo di Benedetto Vecchio, nato come progetto culturale, è impegnato per il recupero e la promozione della specifica identità regionale del Lazio sud, attraverso un’attività di ricerca storica e folclorica che, oltre alla musica, riguarda la danza. I suoni della musica popolare ancorati alla tradizione della “ballarella” e dei “saltarelli”, questa sera si riveleranno in un sorprendente mix di passato e presente con chitarre acustiche e battenti, zampogne, ciaramelle, flauti, organetti, contrabbasso, batteria e tamburello, aprendo ufficialmente le celebrazioni del patrono fabraterno.

Massimo Ruspandini

“Per noi – conferma l’Assessore ai Grandi Eventi, Massimo Ruspandini – è motivo di profonda soddisfazione tornare ad organizzare questo evento divenuto unico nel suo genere dopo appena una sola edizione, consentendoci di aprire legami con associazioni e gruppi che nella nostra città finalmente iniziano a fare rete, confrontandosi anche con protagonisti della nostra provincia che verranno a Ceccano per incontrare il suo pubblico”.

Roberto Caligiore

“Grande impegno anche quest’anno – ribadisce anche il Sindaco, Roberto Caligiore – dovuto ad una forte condivisione di tutti i membri dell’Amministrazione comunale, i quali sapendo di dover offrire un’offerta culturale e di spettacolo migliorativa per le celebrazioni del nostro Santo Patrono hanno concordato pienamente la scelta di assicurare intrattenimento di qualità ed eventi importanti che quest’anno andranno avanti per ben cinque giornate”.

Giornate in cui Ceccano sarà al centro dell’attenzione e saprà donare ai visitatori ed ai suoi cittadini eventi memorabili.