Cento tonnellate al giorno di rifiuti da Roma, l’accordo tra Ama e Saf

Lucio Migliorelli

Il presidente del Cda della Saf, Lucio Migliorelli ha aggiornato sulla questione dell’emergenza rifiuti romana: “A seguito della decisione dell’Assemblea dei soci della Saf del 15 gennaio 2018, che ha autorizzato il conferimento di rifiuti indifferenziati da fuori provincia “individuando preventivamente tempi e quantitativi specifici”, nel corso di un incontro tenuto nella giornata di ieri 17 gennaio tra l’Azienda ciociara e la presidenza di Ama s.p.a. si è convenuto che fino al 31 marzo 2018 i quantitativi lavorati dall’impianto di Colfelice e provenienti dalla raccolta della città di Roma saranno pari a 100 tonnellate al giorno.

Stiamo mettendo in operatività le decisioni assunte dall’Assemblea dei soci. I quantitativi concordati con Ama s.p.a., 100 tonnellate al giorno, sono stati dimezzati rispetto al passato e, per un impianto come il nostro, autorizzato a trattarne fino a 700, tali quantitativi producono un impatto assolutamente marginale.
Continueremo il dialogo avviato con i Sindaci/soci della provincia per giungere ad una stesura ed approvazione del nuovo piano industriale che implementi le migliori tecnologie disponibili e parametrato, principalmente, sulle esigenze provinciali.

Mi sento di ringraziare i Sindaci che, con grande senso di responsabilità, ci hanno consentito di proseguire un lavoro ed evitato blocchi traumatici che avrebbero avuto conseguenze negative sui cittadini dell’intera provincia”.