Cervaro – Per impedire alla figlia di frequentare un giovane del posto picchia anche i carabinieri, arrestato 50enne

A Cervaro i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile hanno arrestato per i reati di resistenza, minacce e lesioni a Pubblico Ufficiale un 50enne di nazionalità rumena, ma residente a Cervaro, già censito per guida senza patente e violazione della legge sull’immigrazione.

In particolare, i carabinieri erano intervenuti in ausilio ad una pattuglia della locale Stazione presso l’abitazione dell’arrestato, a seguito di un litigio tra lo stesso e la figlia 18enne, nato dal fatto che l’uomo non condivideva che la ragazza frequentasse un giovane del posto.

I Carabinieri venivano ingiuriati e minacciati di morte dal 50enne, se non si fossero allontanati dalla sua abitazione ed alla presenza degli stessi, cercava di colpire la figlia. Prontamente i militari si frapponevano tra le parti, ma l’uomo si avventava contro di loro, colpendoli con calci e pugni.

Dopo non poche difficoltà, gli operanti riuscivano a bloccarlo e trarlo in arresto, anche se a causa dei colpi ricevuti erano costretti a far ricorso alle cure mediche dei sanitari del Pronto Soccorso dell’ospedale di Cassino.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva trattenuto presso le camere di sicurezza del Comando Compagnia in attesa del giudizio per direttissimo previsto nelle prossime 48 ore, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.