Come combatto la ritenzione idrica?

Si tratta di un disturbo abbastanza diffuso, più nelle donne che negli uomini. In alcuni casi può dipendere da patologie più o meno gravi, ma nella maggior parte delle situazioni è dovuto ad uno stile di vita sbagliato e basta qualche correzione per avere diversi benefici!
Per lo più dipende dal sovrappeso che non favorisce la diuresi, causando, invece il trattenimento dei liquidi, ritenzione idrica appunto. Le abitudini errate sono il fumo, l’eccessivo consumo di alcol e il consumo di cibi salati e di caffè, può dipendere da abiti troppo stretti, dal rimanere per lungo tempo in piedi senza muoversi.
Qualsiasi sia la causa, i rimedi ci sono.
Quindi i consigli che do a chi soffre di questo disturbo sono:
• Ritrovare il peso forma
• Fare movimento
• Bere il giusto quantitativo di acqua (1,5 – 2 L)
• Ridurre consumo di dolci
• Ridurre il consumo di cibi salati e di sale
• Consumare prodotti di stagione

In questa stagione cosa può aiutare maggiormente? fate una lista della spesa che comprenda carote, broccoli, cavolfiori, cicoria, finocchi, patate, radicchio e zucca, da gustare come contorni o come condimenti per un primo piatto. In questo secondo caso, non dimenticate di aggiungere alla fonte di carboidrati che scegliete (pasta, riso, farro, miglio, quinoa, orzo o altro) una fonte proteica, a scelta tra pesce, carne o del formaggio, grana o parmigiano, ottimi per il fabbisogno giornaliero di Calcio. Ricordate poi che il calcio è indispensabile per la salute di ossa e denti, ha un ruolo fondamentale per la contrazione muscolare, partecipa ai meccanismi della coagulazione del sangue.
ogni microelemento, come il Calcio, ha la sue peculiarità, la cosa importante è assumere ortaggi e frutta di diverse tipologia, cercando di variare il più possibile. Riuscendo in questo modo ad evitare eventuali carenze.


di Lucia Testa, biologa nutrizionista
riceve a Cassino (Clinica Sant’Anna), Formia,
Castelforte e Sessa Aurunca
Telefono 388.3253367
info@nutritesta.it