Condannato uno dei responsabili degli incendi di luglio nel Parco Nazionale del Vesuvio

Le fiamme sul Vesuvio

Il 28 febbraio si è tenuta l’udienza presso il Tribunale di Torre Annunziata che ha portato  alla condanna a quattro anni e sei mesi di reclusione di uno dei responsabili degli incendi che hanno interessato una vasta area del Parco Nazionale del Vesuvio nel mese di luglio 2017. L’imputato è stato ritenuto responsabile di un incendio appiccato nella zona alta del Comune di Torre del Greco.

“Esprimo massima soddisfazione e ringraziamento alle forze dell’ordine che con il loro lavoro hanno assicurato alla giustizia uno dei responsabili dell’aggressione subita dal nostro territorio nel luglio scorso – dichiara Agostino Casillo Presidente dell’Ente Parco nazionale del Vesuvio –  La nostra fiducia nel lavoro della Magistratura e dei Giudici è massima e speriamo che tutti i responsabili vengano individuati e condannati come in questo caso. Credo che questa condanna sia molto  importante poiché dimostra che lo Stato è presente e che chi  commette reati ambientali non può rimanere impunito”

“E’ importante sottolineare inoltre – continua Casillo – che l’Ente Parco con delibera del Consiglio del 27 ottobre 2017 ha espresso la volontà di costituirsi parte civile nel processo relativo agli incendi e che l’Avvocatura dello Stato, a cui siamo tenuti a rivolgerci in quanto Ente Parco Nazionale, con nota del 5 febbraio 2018 ci ha informati  che avrebbe avviato il  procedimento civile per il recupero del “danno ambientale”.