Continua l’ondata di maltempo, danni e ritardi ai treni sulla linea Roma Napoli

Gravi disagi sulla rete ferroviaria regionale e nazionale. Treni in ritardo fino a 40 minuti per danni dovuti al maltempo tra le stazioni di Colle Mattia e Zagarolo.

Questo è il messaggio con cui Trenitalia informa i viaggiatori del tratto Roma Napoli via Cassino sui display nella stazione di Roma Termini.

All’altezza di Campoleone con disagi alla circolazione ritardi e soppressioni.

Un guasto tecnico tra colle Mattia e Zagarolo ha bloccato la circolazione sulla Roma Cassino.

Treni in forte ritardo anche da Cassino a Roma.

“L’ordinanza di condizioni meteorologiche avverse diffusa dal dipartimento Protezione Civile della Regione Lazio per la zona G del Bacino del Liri va dalle ore 12.00 di oggi 11 settembre 2017 e continua per le successive 8-12 ore. Nell’informare i cittadini sulla situazione di rischio ci rendiamo prontamente disponibili ad adottare tutti gli adempimenti e le misure cautelative di competenza, qualora fosse necessario” lo fa sapere il Presidente XV Comunità Montana Valle del Liri Gianluca Quadrini.

A Terracina ieri pomeriggio i vigili del Fuoco sono intervenuti insieme al funzionario di servizio con l’autoscala e l’autogru presso il lido di Giove nel comune Terracina per alcuni alberi caduti su case e strade.

Posticipata di 48 ore la riapertura della quattro classi della scuola dell’infanzia di via Oberdan, Rosa Rosaria Tomei”, per consentire le ultimative operazioni di pulizia straordinaria delle aule, necessarie dopo i lavori di ristrutturazione dell’edificio.

L’intervento di sanificazione del plesso è stato differito a causa del maltempo che ha colpito nelle scorse ore il territorio.

Il previsto miglioramento delle condizioni meteorologiche domani e dopodomani consentirà agli addetti di intervenire nel plesso per approntare al meglio l’apertura del 14 settembre.

“Dopo la conclusione degli attesi lavori straordinari di rifacimento della copertura della scuola materna Tomei – spiega il Sindaco, Eleonora Della Penna – il maltempo ha fatto slittare gli ultimi interventi di pulizia dei locali. Piuttosto che rischiare di presentare ai bambini al loro primo giorno di asilo degli spazi interni ed esterni non del tutto accoglienti, in accordo con la dirigenza scolastica dell’Istituto Comprensivo A. Volpi, abbiamo scelto di rinviare la riapertura del plesso di 48 ore. Un differimento che comunque consente la ripresa delle attività alla ‘Tomei’ entro i termini previsti dalla Regione Lazio. Ringraziamo da subito i genitori degli alunni per la collaborazione”.

A seguito della pesante ondata di maltempo che ha interessato la città di Caserta e che ha originato dei danni (per fortuna non gravi), sin da stanotte il personale della Polizia Municipale, guidato dal Comandante Luigi De Simone, è al lavoro per superare le criticità provocate da questa bomba d’acqua.
È stato rimosso il palo della pubblica illuminazione che è caduto in nottata in via Ricciardi, mentre nel Rione Tescione già sono intervenuti i Vigili del Fuoco per rimuovere un albero di grande fusto che ha ceduto, impedendo il transito veicolare. Altri alberi sono caduti in viale Ellittico (anche qui è atteso a breve l’intervento dei pompieri) e sulla strada che collega Caserta e Castelmorrone (proprio al confine tra i due Comuni). In questo caso la Polizia Municipale ha chiesto la collaborazione della Polizia Provinciale per liberare il tratto di carreggiata invaso dai rami. In viale Lincoln, al civico 121, è stata isolata e messa in sicurezza la zona limitrofa ad un palazzo di sei piani, dove sono presenti delle lamiere di copertura che oscillano e che devono essere rimosse.
Inoltre, stamani i tecnici comunali stanno compiendo un accurato screening per valutare gli eventuali danni subiti dalle scuole di pertinenza comunale. È partito, poi, un servizio di spazzamento straordinario per ripulire la città.
Si ricorda, infine, che l’allerta meteo emanata nel pomeriggio di ieri dalla Direzione Regionale della Protezione Civile, per quanto concerne la città di Caserta, è valida fino alle ore 22 di oggi, lunedì 11 settembre. Pertanto, si raccomanda una particolare prudenza, soprattutto negli spostamenti.

Nelle prossime ore persisterà la perturbazione in atto sul nostro Paese ed insisterà in particolare sulle regioni peninsulari apportando ancora precipitazioni significative al Sud e sul medio Adriatico, specialmente sull’Abruzzo. Dalla notte, inoltre, un nuovo impulso instabile interesserà il Nord-Est con rovesci e temporali ed un rinforzo dei venti nord-orientali.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quelli diffusi nelle giornate precedenti. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticità consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it).

L’avviso prevede dal pomeriggio di oggi, lunedì 11 settembre, il persistere di precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale sull’Abruzzo.

Dalle prime ore di domani, martedì 12 settembre, si prevedono precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale su Friuli Venezia Giulia e Veneto.

I fenomeni temporaleschi saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento.

Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per domani un’allerta arancione per rischio idrogeologico sulla Calabria, su alcuni settori della Basilicata e su gran parte del Veneto. E’ stata valutata un’allerta gialla invece sul resto della Basilicata e del Veneto, sulla Campania, su gran parte dell’Abruzzo, sul Friuli Venezia Giulia e su alcuni settori di Toscana e Lombardia.

Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull’Italia è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all’evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it), insieme alle norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo. Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticità specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguirà l’evolversi della situazione.