Coreno Ausonio – Ultimi giorni per visitare la mostra “Il Passaggio della guerra a Coreno: rievocazione storica, XXIII Edizione”

Ultimi giorni per poter visitare la Mostra di Reperti Bellici a Coreno Ausonio realizzata grazie al progetto “Il Passaggio della guerra a Coreno: rievocazione storica, XXIII Edizione” che si concluderà domenica 18 giugno proprio con la chiusura di questa mostra.

Prevista inoltre per sabato mattina l’ultima delle quattro escursioni tenutesi lungo la Linea Gustav.

Il programma prevede l’appuntamento in Piazza Umberto I alle ore 8,00 e con un bus navetta si raggiungerà località “Feuci” da dove inizierà la vera escursione per raggiungere le straordinarie vallate delle “Chianare” e la zona della “Matthia”.

Il panoramico sentiero, che parte proprio da località “Feuci”, sale verso il Monte Rinchiuso per giungere in una zona pianeggiante chiamata “Chianare”; presumibilmente deve il suo nome alla forma delle pietre “piane”.

Da lì lo sguardo non potrà che soffermarsi sulle verdi montagne sottostanti che sposano l’azzurro più lontano del mare.

Proseguendo lungo il sentiero si giunge alla “Matthia”, luogo purtroppo conosciuto perché durante l’ultimo conflitto mondiale è stato teatro di una strage perpetrata dalle truppe tedesche ai danni di alcuni corenesi rei di aver dato ospitalità ad un paracadutista americano.

In tempo di guerra diversi sono stati i corenesi che trovarono rifugio in diverse “caselle” della “Matthia”.

Le “caselle” sono dei ricoveri-abitazioni in pietra tipici degli Aurunci e venivano utilizzate dagli abitanti del tempo per spostare gli animali in cerca di pascoli o per coltivare ogni possibile fondo.

Il Sindaco di Coreno Ausonio, Domenico Corte, soddisfatto della riuscita delle varie iniziative realizzate in occasione del 73° Anniversario della liberazione del paese, ha voluto precisare che: “Tale progetto è stato realizzato grazie alla collaborazione e alla sinergia tra l’Amministrazione Comunale e le diverse associazioni locali e non che sono state coinvolte e grazie soprattutto al contributo economico del Consiglio Regionale del Lazio che oltre al grande senso di sensibilità ha dimostrato la vicinanza al nostro territorio che durante l’ultima guerra ha vissuto momenti drammatici al punto di essere decorato con medaglia d’argento al merito civile”.

Intanto in questi giorni sarà possibile visitare la mostra dei reperti bellici curata dall’Associazione “Linea Gustav” che è stata molto apprezzata da un nutrito gruppo di francesi che, la settimana scorsa, dopo aver ammirato i vari reperti hanno raggiunto il Monumento per la pace a “Marinaranne” e hanno proseguito la passeggiata lungo i sentieri della Linea “Gustav”.