Veroli – Rubate reliquie custodite nella sagrestia della chiesa di San Michele Arcangelo

Furto sacrilego nella centralissima chiesa di San Michele Arcangelo. È stato scoperto da alcuni parrocchiani che nella mattinata di ieri erano entrati nella chiesa dedicata al Santo difensore degli amici di Dio, per sincerarsi che il maltempo non avesse causato danni. Giunti in sagrestia, la triste scoperta. Spariti due crocifissi datati 1800, uno dei quali recante nella parte posteriore l’immagine del Santo, un ostensorio vuoto e due bauletti del 1800 contenenti delle reliquie. Immediatamente è stato chiamato il parroco, il quale ha denunciato il furto ai carabinieri della locale stazione. Nessun segno di effrazione. Si ipotizza che tutto si sia compiuto tra i giorni di lunedì e giovedì scorsi. La chiesa ospita le funzioni liturgiche due volte al mese e se non fosse stato per l’esigenza di controlli straordinari, il furto sarebbe stato scoperto a dicembre. Il colpo ha destato grande impressione in paese, intanto sono in atto le indagini da parte degli uomini dell’Arma. In chiesa non ci sono telecamere e i malviventi sembra non abbiano lasciato nessuna traccia. C’è chi ipotizza che il furto delle reliquie sia stato compiuto in funzione di atti dissacratori e rituali satanici.
Monia Lauroni