Cultura, arte e grandi eventi, la Bpc investe e sostiene la creatività

Ieri mattina, presso la sede del flagship della Banca Popolare del Cassinate, si è tenuta una conferenza stampa di presentazione di tutti gli eventi che, nel corso di questa estate 2017, sono realizzati grazie al supporto di Banca Popolare del Cassinate.

Un’occasione per tutti i principali attori culturali del territorio e i rappresentanti istituzionali per incontrarsi, per far conoscere le loro proposte, creare scambi e interazioni.

Il presidente della B.P.C. Donato Formisano con l’assessore Nora Noury

In apertura, il presidente Formisano, facendo gli onori di casa, ha innanzitutto ringraziato tutti i presenti e ha detto: “Con questo incontro la Banca Popolare del Cassinate vuole testimoniare il proprio impegno per la promozione dell’arte, della cultura, della musica, dello spettacolo. Nella nostra filosofia aziendale, ha un valore centrale il ruolo della cultura che va difesa, custodita, sostenuta.

Crediamo che investire in cultura significhi investire nel futuro del territorio, nella sua crescita economica, in un aumento del benessere di chi lo abita. La ricchezza della nostra Italia e della nostra terra è rappresentata proprio dai paesaggi meravigliosi, dai monumenti, dalle opere d’arte, da una prestigiosa tradizione teatrale, musicale, storica, artistica, culturale, enogastronomica.

Cultura, arte, ricerca, innovazione sono strumenti di crescita e anche di crescita economica. Per questo, l’auspicio è che si possa lavorare su una progettualità ampia e condivisa, su una strategia di lungo periodo, su sinergie profonde che vedano collaborare insieme privati, enti, istituzioni. Il nostro Istituto vuole contribuire, anche con eventi come quello di oggi, a creare un clima di condivisione e collaborazione, tale da far sì che ciascuna manifestazione si integri con le altre e, anzi, sia veicolo e strumento di valorizzazione dell’intero programma di eventi delle nostre estati”.

Davvero tante le persone presenti e le manifestazioni presentate: Atina Jazz, con il Sindaco di Atina Silvio Mancini e alcuni rappresentanti dello staff; il Festival del Folklore di Atina, con il presidente Fabio Rossi; Via di Banda, con il Sindaco di San Donato Val di Comino Enrico Pittiglio e l’organizzatore Gianluca Terenzi; Cassino Arte, presentato dall’Assessore alla cultura del Comune di Cassino Nora Noury; il Casalvieri Summer Festival, presentato dal Sindaco Franco Moscone; i Fasti Verolani, presentati dal Sindaco di Veroli Simone Cretaro; Pastorizia in Festival, con il Vice sindaco di Picinisco Simone Ionta; Luciano Rea, della Pro Loco di Arpino, ha parlato della sinergia tra la BPC e la città di Arpino per ben tre manifestazioni: il Gonfalone di Arpino, il Certamen Ciceronianum e il Premio Cicerone; il Festival delle Storie, ideato e presentato dal giornalista Vittorio Macioce.

Da menzionare, ancora, il Festival dei Conservatori di Frosinone, Musica su Monte Leuci a Pontecorvo, il Gaeta Jazz Festival.

Il Presidente ha voluto personalmente ringraziare “tutti gli organizzatori che con grande disponibilità, con dedizione ed entusiasmo si mettono a servizio della nostra terra, valorizzando manifestazioni che hanno già una lunga tradizione alle spalle o ideando nuove proposte, sempre creando eventi di grande prestigio. Alcune delle manifestazioni di cui parliamo oggi sono già iniziate, altre inizieranno a breve: a tutte il nostro più sentito augurio per un’ottima riuscita e per un grande successo”.

Nella Sala del flagship “Cassino Prima”, il museo multimediale dedicato alla storia di Cassino e alla ricostruzione della città così come era prima della guerra, si sono succedute le presentazioni dei singoli eventi.

Il tempo non ha consentito di illustrare nel dettaglio il programma di tutte le manifestazioni, ma quello che è emerso è stata la grande vitalità e la grande creatività di un territorio che ha voglia di crescere e che merita di essere proiettato in una dimensione ben più ampia e di farsi conoscere a livello nazionale e internazionale.

L’offerta culturale è estremamente varia e ampia, ed è in grado di soddisfare diverse esigenze, gusti, fasce di età.

L’auspicio è che le diverse manifestazioni possano farsi l’una traino dell’altra, possano valorizzarsi a vicenda, presentando così un calendario unico e completo di proposte di arte, spettacolo, cultura.

Lo ha sottolineato il Direttore Generale della BPC, Nicola Toti, e lo ha rimarcato il Vicepresidente Vincenzo Formisano, che ha ribadito che la banca non vuole essere “sponsor” delle manifestazioni, ma vuole essere “partner”: non solo un rapporto economico, dunque, ma una collaborazione ampia, una condivisione a largo raggio, che permetta di valorizzare ogni aspetto dei singoli eventi e creare rete. E’ in questa prospettiva che si colloca anche l’idea di una conferenza stampa congiunta delle diverse voci e dei diversi attori del territorio: non manifestazioni concorrenti, ma passi di un unico percorso. Tante storie, per raccontare l’unica grande storia di bellezza, arte, cultura di una terra il cui nome, come ha ricordato Vittorio Macioce, non indica solo una collocazione geografica, ma esprime un’identità.