Il Coro verolano Gaudete in Domino in trasferta di solidarietà ad Amatrice

“Ciò che abbiamo fatto solo per noi stessi muore con noi. Ciò che abbiamo fatto per gli altri e per il mondo resta ed è immortale”. (Harvey B. Mackay)E’ questa la logica che ha guidato il Coro “Gaudete in Domino” di Veroli, diretto dal Maestro Luigi Mastracci, fino ad Amatrice. Domenica 4 novembre, il gruppo di cantori ernici animerà la Santa Messa delle 11.00 nella quattrocentesca chiesa di Sant’Agostino, unica chiesa rimasta in piedi dopo il tragico sisma del 24 Agosto 2016. L’abbraccio solidale di Veroli per chi non ha più lacrime per le gravissime perdite in termini di affetti, di lavoro, di intimità e di storia personale, giungerà attraverso la musica, messaggio eterno di speranza. Solidarietà ed umanità sono la spina dorsale del Coro “Gaudete in Domino”, ed il Direttore Mastracci ne è potente ambasciatore. Dopo aver animato la liturgia, il coro non mancherà di apportare anche un aiuto concreto all’economia di questa terra forte e devastata, con un pranzo “all’amatriciana” organizzato in un ristorante locale. Veroli e solidarietà: perfetta sintassi che prende forma attraverso le armonie dell’ammirevole coro cittadino.
Monia Lauroni