Minniti a Veroli presenta il libro “Sicurezza è libertà. Terrorismo e immigrazione contro la fabbrica della paura”

L’incontro, organizzato dal Comune di Veroli in collaborazione con la Libreria Ubik, era parte del programma culturale “Incontriamoci a Veroli”. Minniti, reggino doc, incalzato dalle domande del giornalista Corrado Trento, che hanno sollecitato le riflessioni dell’Autore del libro anche alle luce delle sue esperienze di Ministro degli Interni, ha affrontato con cognizione di causa il tema della sicurezza e dell’immigrazione. In primo piano la questione del difficile equilibro tra i bisogni di sicurezza e i principi fondamentali del nostro ordinamento: a tal proposito Minniti ha ribadito che di fronte alla paura generata da fenomeni quali l’immigrazione e il terrorismo, ciascuno di noi è chiamato a una riflessione consapevole sul ruolo dello Stato e delle istituzioni in generale nel governo dei mutamenti epocali che stiamo vivendo e delle inquietudini che essi generano nella popolazione. Il manifesto di un possibile futuro segretario del Pd. Il pensiero che aleggiava nella sala stracolma è stato subito messo a tacere dall’ex ministro che invece ha strettamente mantenuto la sua veste di autore, dribblando ogni domanda riguardante la politica, tenendo fede così anche alla sua veste di ex esponente di vertice per oltre vent’anni degli apparati di sicurezza e di intelligence del nostro Paese. Al sindaco Simone Cretaro gli onori di casa. Decisamente un pomeriggio ad alto spessore culturale che si inserisce nel quadro delle iniziative del Comune di Veroli e della Libreria Ubik per i cittadini, volte a promuovere il dibattito e la riflessione sui temi fondamentali della modernità.

Monia Lauroni