Questa sera alle ore 20 la 40esima edizione della Passione Vivente di Castrocielo

Tradizione, storia e scene inedite: questi gli ingredienti della quarantesima edizione della Passione Vivente di Castrocielo che anche quest’anno andrà in scena la sera del Venerdì Santo. Questa sera, a partire dalle 20, nelle vie del centro di Castrocielo verrà rappresentata l’antica Gerusalemme e gli ultimi momenti della vita di Gesù.

La sacra rappresentazione, patrocinata dal Comune, è organizzata dall’associazione Passione Vivente con la Pro Loco, la Pro Loco Giovane e la parrocchia Santa Lucia che ogni anno si cimentano con entusiasmo in tutte le fasi della preparazione materiale e della recitazione dal vivo. Da 40 anni l’iniziativa incontra sempre un grande successo di pubblico, tanto da richiamare centinaia di visitatori, anche da fuori confine, attratti dall’evento considerato uno dei più suggestivi della Settimana Santa castrocielese.

In occasione dei 40 anni, la sceneggiatura sarà inedita nelle 29 stazioni programmate. La rappresentazione di sviluppa con il racconto della passione e della resurrezione secondo Giovanni. L’annuncio della Parola è al centro di tutta la rappresentazione: viene visualizzata dai dialoghi e dalle scenografie, interiorizzata dalle musiche e attualizzata da un commento. Si inizia con il tempo della Promessa (Antico Testamento) per finire con il concretizzarsi della promessa stessa (Nuovo Testamento) mediante l’invito – da parte di Dio agli uomini – del messia: Gesù di Nazareth; passando per l’Annunciazione, per il matrimonio di Maria e Giuseppe, per la Natività, per la resurrezione di Lazzaro, per l’Ultima Cena, per l’Orto degli ulivi, per il rinnegamento di Giuda, per il processo di Pilato, per la Flagellazione, per il dolore di Maria, la salita al Calvario, per la Crocifissione, per la commovente Pietà, per il Sepolcro e, infine, la Resurrezione.

Un tocco di originalità voluto dalla regia guiderà i 250 partecipanti, tra 83 recitanti, il gruppo dei soldati, il gruppo dei bambini, il gruppo del popolo, il gruppo degli organizzatori, cui non mancherà il supporto di cittadini dei pesi limitrofi che si offrono per poterne far parte. Impegno del tutto volontario che contribuisce alla riuscita della manifestazione entrata ormai a far parte della storia culturale di Castrocielo.

La Passione Vivente di Castrocielo si svolge in maniera itinerante per tutto il centro storico di Castrocielo e non mancherà la ripresa televisiva che consentirà di raggiungere i numerosi conterranei residenti sul territorio nazionale e fuori dai confini come la Francia, l’Inghilterra e l’Australia.

Come ogni edizione, anche questa ha una sua dedica, ovvero alla memoria di coloro che hanno fatto parte della grande famiglia della Passione e che sono stati strappati anzitempo alla vita: Rocco Vernile, Annibale Cerasi, Isabella Di Murro, Alberto Carnevale, Umberto Palma, Carmine Ricci, Franco Cedrone e Antonio Raso.

La speranza degli organizzatori è quella di contribuire, almeno per la durata della rappresentazione, a distogliere il pensiero dalle sofferenze quotidiane.

L’appuntamento con la quarantesima edizione della Passione Vivente di Castrocielo è questa sera con inizio alle 20.