Fca, trecento interinali stabilizzati. Il commento della classe politica

Un destino professionale completamente diverso dai loro colleghi quello che è accaduto ai trecento interinali dello stabilimento Fca di Cassino. I commenti della classe politica alla stabilizzazione dei giovani dipendenti sono stati unanimi.

L’assessore alle politiche del lavoro della Regione Lazio Lucia Valente ha affermato: “Oggi, con la sottoscrizione di un contratto a tempo indeterminato per 300 interinali della FCA di Piedimonte San Germano, si raggiunge un grande risultato frutto di un percorso che arriva da lontano, fondato sulla collaborazione tra azienda e sindacati. Quello siglato a ottobre è l’ultimo di una serie di accordi di stabilimento grazie al quale FCA garantisce l’incremento dei livelli occupazionali. L’accordo di bacino fu un accordo aziendale difficile e criticato da alcune sigle; ma oggi viene onorato e restituisce in parte gli sforzi fatti dai lavoratori e dai sindacati che lo hanno sottoscritto a dimostrazione che gli accordi di prossimità possono dare risposte idonee a salvaguardare i livelli occupazionali. 300 assunzioni sono un numero importante, sia se confrontato con l’andamento nazionale dell’occupazione sia se rapportato all’area del frusinate. In questa provincia gli impegni della Regione per la salvaguardia e la promozione dell’occupazione sono stati molteplici. Mi unisco alla gioia dei 300 giovani e delle loro famiglie che da oggi guardano con nuova fiducia al futuro, senza però smettere di lavorare affinché anche gli ex 500 interinali che non erano stati confermati, possano avere riscontri positivi. Sul loro futuro, l’attenzione rimane alta”.

L’assessore regionale Mauro Buschini ha commentato: “Il periodo di difficoltà per quel che concerne i lavoratori della Fca Cassino sembra essere alle spalle: la conferma per i 300 interinali, con contratto a tempo indeterminato, è un segnale chiaro di inversione del trend rispetto ai disagi dei mesi scorsi. Ora, l’impegno da assumere per tutti gli attori dello sviluppo economico, è quello di lavorare per l’aumento della produzione affinché anche coloro che nei mesi scorsi non hanno ottenuto il rinnovo possano, al più presto, tornare a varcare le porte dello stabilimento”.

Il consigliere regionale Marino Fardelli ha esultato: “Ottime notizie dalla Fca che ha stabilizzato a tempo indeterminato i 300 lavoratori interinali per i quali il contratto era in scadenza. Una notizia che ci restituisce fiducia ed ottimismo per lo stabilimento di Piedimonte San Germano, sia per l’area industriale di Cassino che per tutta la provincia di Frosinone, messe a dura prova dal licenziamento di ottobre dei 532 lavoratori per i quali nutriamo ancora speranze e cerchiamo soluzioni. La Regione Lazio intanto ha stanziato nel bilancio 1,3 milioni di euro da destinare al sostegno al reddito degli interinali non confermati, con l’intervento diretto del Presidente Nicola Zingaretti impegnato in ogni vertenza, come per la Ideal Standard della quale proprio ieri sera a Cassino ha incontrato una delegazione di lavoratori”.

La consigliera Daniela Bianchi ha puntualizzato: “La conferma della stabilizzazione con un contratto a tempo indeterminato per i 300 lavoratori interinali dello stabilimento FCA di Cassino è più di un segnale di ripresa. E’ la conferma che il progetto di una nuova reindustrializzazione per la provincia di Frosinone è in atto. Stiamo riconquistando dignità, forza e attrattività internazionale.
Con Zingaretti siamo tornati ad essere una Regione Lazio autorevole, che sa battere i pugni sul tavolo quando serve ma anche sostenere con azioni, fondi e progetti lo sviluppo e le imprese sane. Abbiamo investito infatti 1,3 mln per il sostegno al reddito ai lavoratori interinali dello stabilimento, oltre agli investimenti da 3,5 mln sull’area e un piano dedicato all’automotive e all’internazionalizzazione per aiutare l’indotto.Non abbasseremo comunque la guardia, sia per i restanti lavoratori FCA da stabilizzare che per risoluzione di crisi industriali come quella della Ideal Standard di Roccasecca”.

Il consigliere regionale Mario Abbruzzese ha aggiunto: “La conferma dei 300 giovani interinali con contratto in scadenza il prossimo 31 gennaio è sicuramente una notizia positiva che fa ben sperare per il futuro dello stabilimento FCA Cassino Plant e della crescita del marchio Alfa Romeo. L’assunzione a tempo indeterminato premia il grande lavoro di questi ragazzi sulle line di produzione della berlina Giulia e del Suv Stelvio.Rimane il rammarico per gli altri 532 giovani a cui il contratto è scaduto lo scorso ottobre e che per il momento non varcheranno più le soglie dello stabilimento”.

Sara Battisti esponente del Pd ha commentato: “Finalmente un’inversione di tendenza che ci fa ben sperare, frutto degli investimenti e dei piani di sviluppo del gruppo e della concertazione sindacale ed istituzionale. Questa è la base di una ripartenza e di una prospettiva di crescita che, mi auguro, potrà portare quanto prima alla riassunzione dei circa 500 lavoratori in somministrazione che hanno terminato l’attività in Fca”.

L’esponente di Forza Italia Pasquale Ciacciarelli ha aggiunto: “Abbiamo l’obbligo ed il dovere di credere nei nostri ragazzi e per questo che non sono meravigliato nell’aver appreso della stabilizzazione dei 300 lavoratori interinali dello stabilimento Fca di Piedimonte San Germano. Ritengo che l’azione sinergica del territorio abbia portato i suoi frutti. Nel contempo, credo che non vi debbano essere lavoratori di serie A e di serie B, pertanto ora è il momento di stabilizzare i 532 interinali che lo scorso ottobre non hanno ottenuto il rinnovo del contratto. I nostri giovani sono la risorsa del nostro territorio, pertanto non possiamo permetterci di assistere passivamente all’esodo che è da tempo in corso e che è alla base dello spopolamento dei nostri comuni”.