Festa della pastorizia a San Vittore del Lazio, un successo annunciato

La sindaca Bucci: "Un evento che ormai è realtà di pregio per tutto il territorio"

Obiettivo centrato in pieno: la Festa della Pastorizia ideata dall’amministrazione in carica di San Vittore del Lazio non ha disatteso le aspettative ed ha fatto registrare un vero pienone.

Già intorno alle 19.00 è cominciato l’affusso dei visitatori, fra i quali è spiccatata subito la presenza del membro della Consulta dell’Ambiente di Cassino, Edoardo Grossi, che ha speso parole di elogio per la bellezza di una location che ha conservato intatto il fascino dei tempi andati e che incarna il rispetto per la natura.

Emidio e la sua band e Vincenzo Di Tommaso hanno tenuta viva l’allegria dei presenti con calore e professionalità, in una location particolarissima, festonata con cartelli riproducenti gli antichi detti, motti di spirito ed aforismi vernacolari di una popolazione che non ha voluto rinunciare al proprio passato.

“La grande partecipazione e la cospicua presenza di persone – si legge in una nota – hanno dimostrato che i sapori genuini e i prodotti bio del nostro territorio sono ancora molto apprezzati. (…) Un grazie sentito anche all’amministrazione comunale che ha creduto in questo progetto il cui obiettivo è quello di condividere con tutti voi le bellezze e le bontà della Radicosa. Grazie a Enzo Bucci, Teresa Riccio, Valerio Forte, Francesca Riccio, Giovanni Forte, Anna Bucci, Ilenia Forte, Emilio D’Angelo, Ludovico Mascio, Giovanna Mascio, Ornella Bucci, Davide Di Cerbo, Antonella Mascio, Giusy Mascio, Orietta Forte, Irma Mascio, Giovanna Forte, Anna Zilli, Giuseppina Bucci, Sonia Bucci, Zio Ernesto Mascio, Nadia Bucci e Francesco Fischetti. Appuntamento al prossimo anno!”. “Un evento che ha dimostrato di tenere il passo con il successo che da esso ci si attende – ha commentato la sindaca di San Vittore Nadia Bucci – e che ormai gioca su due fronti egualmente importanti: da un lato, chiude la ricca estate sanvittorese e introduce nel migliore dei modi al progressivo ritorno dei concittadini alle attività quotidiane, dall’altro funziona da momento di raccolta per visitatori di altri centri e turisti stranieri, in modo da offire uno spaccato del territorio intero e contrubuire alla promozione su vasta scala delle eccellenze della terra di San Benedetto. Un grazie sentito agli organizzatori, ai cittadini ed a quanti ci hanno onorato di una loro gradita visita”.