Frosinone – Da domani accessi contingentati al cimitero e da mercoledì a parchi e giardini

Ottaviani: accessi al cimitero contingentati e solo in sicurezza da lunedì.
A seguito della entrata in vigore delle nuove disposizioni inserite nel Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del 26 aprile 2020, oltre che dei chiarimenti diramati nelle ultime ore da parte delle autorità ministeriali, il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, ha disposto la riapertura della struttura cimiteriale, fin dalle ore 9 di lunedì 4 maggio, indicando alcune linee guida che dovranno essere necessariamente seguite dall’utenza.

“Nei giorni scorsi, abbiamo effettuato le opere di manutenzione ordinaria e straordinaria per garantire la riapertura del cimitero in sicurezza – ha dichiarato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani – Questo non significa, però, che in un luogo di culto e di spiritualità interiore, come il cimitero di Colle Cottorino, non debbano essere rispettati quei protocolli rigidi e indispensabili, volti ad attenuare rischi di diffusione del Covid-19. Gli ingressi dovranno essere limitati, infatti, a 100 visitatori per ogni ora e, a partire dalle 9 fino alle 15, vi è tutto il tempo per onorare con tranquillità la memoria dei propri defunti, senza creare file o avvicinamenti. Sarà obbligatorio tenere la distanza di almeno due metri tra le persone, che dovranno indossare, tutte, le mascherine, almeno in questa prima fase della ripartenza, tenuto anche conto del fatto che il Comune di Frosinone ha distribuito, gratuitamente, circa 42.000 mascherine, lavabili e riutililizzabili, all’intera popolazione. Per coloro che intenderanno utilizzare i servizi idrici per vasi ed essenze floreali, sarà indispensabile munirsi di guanti, anche nel rispetto delle prerogative degli altri. L’amministrazione comunale procederà alla sanificazione degli ambienti comuni, chiedendo ai propri cittadini soltanto l’applicazione del principio del buon senso che regola la civiltà di una comunità”.

Stanno terminando, in questi giorni, le operazioni di cura del verde per garantire la riapertura in sicurezza de parchi e dei giardini comunali, presenti sul territorio dei Capoluogo. Gli uffici del settore ambiente e gli operatori economici che collaborano con l’amministrazione comunale hanno già realizzato buona parte degli interventi e, quindi, appena approntate le relative misure per la tutela sanitaria generale, si potrà ricominciare con le passeggiate e l’attività motoria di base anche sulle aree verdi comunali, con l’uso delle mascherine e con il distanziamento sociale obbligatorio. Nelle due strutture perimetrate, quella del Parco Matusa e della Villa comunale, sempre da mercoledì, sarà possibile l’ingresso contingentato per un’ora e trenta a rotazione, allo scopo di evitare assembramenti o situazioni di criticità, tali da vanificare i risultati raggiunti fino ad ora nel contenimento della diffusione del virus, sul territorio del Capoluogo.  Le aree gioco, secondo le disposizioni emanate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, rimarranno chiuse per evitare il naturale affollamento da parte dei più piccoli, soprattutto nella prima fase della ripartenza, proprio perché i bambini possono denotare una più difficile applicazione dei divieti attualmente in vigore.