Frosinone – Sequestrati oltre 4 chili di cocaina che sul mercato avrebbero fruttato un milione di euro

Sequestro di cocaina per oltre un milione di euro

Nell’ambito delle attività di controllo del territorio di Alatri, disposte dal Comando Provinciale Carabinieri di Frosinone a seguito del grave evento accaduto recentemente, i carabinieri della Compagnia di Frosinone hanno avuto informazioni circa la possibilità che nella zona boschiva di Monte Radicino, a confine tra i comuni di Alatri e Ferentino, fossero state nascoste armi e sostanze stupefacenti.

Le informazioni venivano poi sviluppate in collaborazione con il personale della Compagnia di Anagni e del Gruppo Carabinieri Forestale di Frosinone, concentrando l’attenzione nella pineta artificiale del versante di Ferentino limitrofa ad una nota azienda agricola a conduzione familiare.

Le ricerche effettuate anche con l’ausilio di due unità cinofile del Nucleo carabinieri di Santa Maria di Galeria di Roma, hanno consentito di localizzare tre nascondigli in cui erano stati abilmente sotterrati altrettanti contenitori in plastica, generalmente usati per gli alimenti, nel cui interno c’erano complessivamente quattro “panetti” di cocaina ed altrettanti involucri contenenti la stessa sostanza, per un totale di 4 chili e 500 grammi.

L’importante rinvenimento, sicuramente ha determinato un duro colpo agli sconosciuti autori di tali traffici, i quali attraverso la vendita al dettaglio di un quantitativo di cocaina così cospicuo avrebbero ricavato un introito di circa un milione di euro a fronte di un costo di base di 160 mila euro.

La droga è stata sottoposta a sequestro a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Frosinone e le indagini non hanno consentito di individuarne i responsabili.

L’operazione rientra in un’attività di prevenzione e contrasto dei reati con il fine di aumentare il livello di sicurezza dei cittadini.

Il luogo del ritrovamento della droga