Furti tra Terracina e San Felice Circeo, presa banda di giovanissimi

Nell’ambito di un coordinata operazione di polizia giudiziaria, congiuntamente condotta dal personale delle Squadre Volanti ed Anticrimine del Commissariato di Terracina e della Compagnia Carabinieri di Terracina aliquota N.O.R.M., sono stati individuati e denunciati all’Autorità Giudiziaria gli autori del furto di un furgone rubato in Terracina con il quale, nel corso della stessa serata, avevano cercato di mettere a segno dei furti all’interno di più attività commerciali tra San Felice Circeo e Terracina.

I responsabili dei gravi fatti, tutti incensurati, sono 4 giovanissimi: un 18enne e tutti gli altri minorenni.

I quattro dopo avere rubato il furgone di proprietà di un fornaio, tentavano una serie di furti che venivano segnalati a più riprese da alcuni cittadini alle utenze 112 e 113 generando una serrata e coordinata attività di ricerca che vedeva impegnate le pattuglie di controllo del territorio di Polizia di Stato e Carabinieri.

A Terracina presso un’attività commerciale di generi alimentari il gruppo impugnando oggetti contundenti, infrangeva la vetrata principale per introdursi all’interno del negozio e perpetrare un furto. Grazie all’intervento di un passante venivano messi in fuga ma le preziose indicazioni fornite sulla via di fuga consentivano alle pattuglie di individuarli nei pressi della Via Migliara, luogo dal quale iniziava un serrato inseguimento.

Preservando la sicurezza della circolazione stradale, fortunatamente in quel tratto di strada e vista l’ora serale non intensa, dopo un breve inseguimento durante il quale il furgone ed i suoi occupanti cercavano invano di sottrarsi al controllo, venivano raggiunti dagli equipaggi di Polizia e Carabinieri. Il consequenziale e minuzioso controllo permetteva di accertare che effettivamente si trattava del furgone rubato poco prima.

La perquisizione del mezzo e dei relativi occupanti faceva rinvenire arnesi da scasso ed attrezzatura idonea a forzare serramenti e mettere a segno furti, nonché due coltelli ed un passamontagna, oggetti questi idonei a compiere rapine. Dalle perquisizioni personali emergeva anche il possesso di alcune dosi di hashish.

Tutto il materiale è stato repertato e sottoposto a sequestro mentre il veicolo veniva restituito al legittimo proprietario. Oltre ai reati contestati ai predetti presso le competenti Procure della Repubblica sono in corso accertamenti volti ad accertare eventuali responsabilità a carico degli stessi in relazione ad alcuni analoghi furti di veicoli e ai danni di esercizi commerciali avvenuti in questi giorni in Terracina.