Giallo ad Aprilia, denunciati due italiani per la morte di un nordafricano

Questa notte alle 2 ad Aprilia un abitante della zona di via Guardapasso ha segnalato ai carabinieri che una Renault Megane sospetta con alcune persone a bordo, con targa straniera, si stava aggirando da quelle parti. Seguivano altre telefonate al 112 per segnalare gli spostamenti della vettura, fuggita dopo aver capito di essere stati notati dai residenti.

Subito i carabinieri di Aprilia hanno attivato le ricerche e l’auto è stata trovata lungo la via Nettunense, all’altezza della stazione ferroviaria di Campo di Carne, finita fuori strada.
Per terra si trovava senza vita un uomo Nordafricano di circa 40 anni.
Erano presenti due abitanti del posto, uno dei quali aveva fatto una delle telefonate al 112 e che avevano seguito la Megane per segnalarne gli spostamenti. Le impronte sul terreno dimostravano che erano state presenti altre persone poi allontanatesi.
Sul posto anche un’ambulanza che constatava il decesso, probabilmente di natura traumatica.

All’esito delle indagini condotte sul decesso dell’uomo sono stati denunciati in stato di libertà, per omicidio preterintenzionale in concorso due Italiani del posto, incensurati, quarantenni.
Gli indizi a loro carico sono emersi dapprima dalla visione di telecamere di videosorveglianza, quindi da testimonianze di persone presenti, vistesi impossibilitate a negare davanti all’evidenza.
Uno degli indagati era rimasto sul luogo del fatto, l’altro, resosi irreperibile e saputo che veniva cercato, si è infine costituito.
La vittima è stata identificata in un nordafricano di 43 anni con precedenti di polizia. Aveva con sè uno zaino con arnesi da scasso.