Gli incendi boschivi mettono in ginocchio la Ciociaria da nord a sud

L'incedio a Veroli

Una domenica drammatica quella che si sta per concludere per gli incendi boschivi che stanno mettendo a dura prova tutti i soccorritori e che inevitabilmetne stanno devastando le nostre montagne, uccidendo flora e fauna e minacciando le abitazioni.

Verso le 18 sono giunte 44 richieste di soccorso aereo al Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento di cui 12 dal Lazio. Un’emergenza continua, ovunque, fiamme e fumo a rendere ancora più intenso il caldo di questo torrido weekend.

Al Giglio di Veroli, Serrone e Ceccano le fiamme hanno toccato le abitazioni e alcune famiglie sono state evacuate d’urgenza, mentre i Vigili del Fuoco e i volontari tentavano di arginare il muro di fuoco mettendo in sicurezza la zona colpita.

In particolare, la situazione di Serrone è apparsa subito molto critica e pericolosa. Sul posto sono intervenuti anche i Vigili del Fuoco di Cassino che dall’estremo sud della provincia sono arrivati al limite nord.

A Paliano un incendio è scoppiato in un’azienda nella zona industriale e sono ancora da quantificare i danni.

Incendi nelle aree montane e boschive a Ceprano, San Giovanni Incarico, Esperia e Vico nel Lazio e a Campo Catino.

A Roccasecca continua a bruciare da venerdì sera al momento l’incendio si è spostato nella zona del Tracciolino.

Giuseppe Sacco

“L’emergenza sembra finita – ha dichiarato il sindaco di Roccasecca Giuseppe Sacco – per quanto riguarda la sicurezza dei cittadini e delle abitazioni c’è ora da gestire la viabilità sul tratto del tracciolino dove sono ancora attivi dei roghi. Per questo motivo abbiamo provveduto ad interdire il traffico veicolare già dal cimitero. Dopo 48 ore siamo ancora in attività e l’amministrazione è ancora vigile su tutto il territorio e continuerà ad esserlo fin quando non sarà spento l’ultimo focolaio”.

Un lungo fine settimana di fuoco per il paese dove le fiamme hanno attecchito nella zona del cimitero.

A San Michele (Cassino) in via dell’Ascensione i volontari della V.D.S. Cassino hanno effettuato un rapido intervento di spegnimento grazie al quale i danni sono stati pochissimi.