Gloria Pompili uccisa a calci e pugni sferrati a mani nude

Secondo l’esito dell’autopsia effettuata sulla salma di Gloria Pompili, morta sulla strada Monti Lepini nel comune di Prossedi, le cause del decesso sono riconducibili ad una riconosciuta violenta aggressione con calci e pugni sferrati a mani nude che hanno provocato la rottura di una costola e la perforazione di polmoni, fegato e milza.

Sulla base delle risultanze dell’esame autoptico, la Procura della Repubblica di Latina ha aperto un fascicolo per omicidio, allo stato attuale ad opera di ignoti.

A renderlo noto è la stessa Procura della Repubblica di Latina che ha autorizzato il Comando Provinciale dei Carabinieri di Latina a diffondere l’esito dell’esame autoptico.