I finanzieri ricordano il brigadiere Unali, ultimo testimone delle Foibe, scomparso giovedì scorso

“Oggi 10 febbraio è la Giornata del Ricordo, in questa occasione ricordiamo il Brigadiere della Guardia di Finanza Angelino Unali, testimone dell’eccidio di 97 colleghi Finanzieri, sul Carso Triestino.
Angelino Unali si è spento giovedì scorso, ultimo testimone degli eccidi delle Foibe.
Angelino Unali aveva 94 anni e viveva a Cagliari. Di fatto era l’ultimo reduce e testimone diretto di quei terribili fatti verificatisi a guerra finita tra l’aprile e maggio del 1945. Unali, arruolato nella Regia Guardia di Finanza nel 1942, dal gennaio 1943 era in forza alla Legione territoriale di Trieste che, durante il conflitto mondiale, operava nella zona nord-orientale dell’Istria. Nel marzo 1945 venne richiamato a Trieste dove, a Seconda Guerra Mondiale finita, la popolazione continuava a vivere una nuova ondata di violenza e occupazione straniera. “Era il 1° maggio 1945” raccontava commosso Angelino Unali -“quando l’Esercito popolare jugoslavo del maresciallo Tito occupata militarmente Trieste, dove , come nel resto della Venezia Giulia, dell’Istria, a Fiume e in Dalmazia, dava il via ad una vera e propria pulizia etnica nei confronti degli Italiani, fossero rappresentanti dello Stato che inermi e semplici cittadini. Tale violenza porto’ dell’eccidio di un numero elevatissimo di persone” e tra questi 97 militari della Guardia di Finanza, amici e commilitoni di Angelino Unali.

I Finanzieri, in servizio nelle varie caserme della città giuliana (Roiano, via Udinw, via Campo Marzio ecc) Marzio, con l’inganno furono costretti a consegnare le armi ai miliziani yugoslavi , fatti prugionieri e poi quasi tutti, barbaramente trucidati nelle foibe del carso triestino il 3 maggio. Solo Sngelino Unali riusci a salvarsi per pura casualità in quanto aveva ricevuto l’ordine dal suo comandante di presidiare l’ufficio portuale.
Da allora, Unali, testimone della storia, attraverso l’appartenenza all’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia, “con impegno, sacrificio e dedizione al Paese, ha potuto valorizzare e perpetuare la sua tragica esperienza con la certezza di gettare un seme di conoscenza civile che non mancherà di dare frutti rigogliosi alle nuove generazioni”.
Unali è stato tumulato a Cagliari, nel Cimitero di San Michele, con gli onori.”

Il delegato COCER della Guardia di Finanza Maresciallo Capo Giovanni Cutrupi