iCub, eccellenza tutta italiana, all’Accademia di Belle Arti di Frosinone

Gli appuntamenti de "I Giovedì dell'Accademia"

ICUB
ICUB

Tanta curiosità per vedere da vicino iCub, il robot realizzato da un team di ricercatori dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, ospite di riguardo dell’Accademia di Belle Arti di Frosinone diretta dal prof. Luigi Fiorletta, lo scorso 8 maggio.
“Accompagnato” da Francesco Nori, responsabile del laboratorio di Dynamic interaction control dell’Istituto Italiano di Tecnologia,  iCub dispone di una serie di motori grazie ai quali può muovere la testa, gli arti superiori e inferiori e la vita.

Può vedere e sentire e ha il senso della posizione; gattonare e mettersi a sedere; afferrare e manipolare oggetti grazie alle sue mani dotate di tatto. E’, inoltre, in grado di “capire” semplici comandi vocali ed esprimere emozioni (gioia, disappunto, sorpresa) verso i suoi interlocutori.

iCub è l’umanoide più completo al mondo: ha mani di metallo, muscoli ad azionamento elettrico, due telecamere per occhi, due microfoni per orecchie, uno speaker al posto della bocca, la possibilità di comunicare con le espressioni del volto e perfino una pelle artificiale.

Un progetto avanzato e a lungo termine, con importanti ricadute tecnologiche e, soprattutto, un ambizioso obiettivo scientifico: simulare un bambino di pochi anni di vita per scoprire qualcosa di più su come siamo fatti e su come funziona il nostro cervello.
Soddisfazione da parte del Presidente dell’Accademia, Ennio De Vellis e dal rappresentante del MIUR nel Consiglio di Amministrazione, Gianluca Grossi, per la qualità delle iniziative che il prestigioso Istituto sta organizzando per la promozione e la diffusione della cultura nel territorio provinciale.

Nel corso dell’anno, infatti, sono stati ospiti de “I giovedì dell’Accademia” personaggi del mondo dell’arte, dello spettacolo, del giornalismo: Walter Veltroni, Eleonora Danco, Marco Tirelli, Patrizio Rispo, Pupi Avati, Ambra Angiolini, Giovanni Minoli, Claudia Gerini.