Ideal Standard di Roccasecca verso la chiusura, i sindacati: “omicidio industriale”

Lavoratori in assemblea permanente. Il sindaco Sacco: "Nessuno può restare indifferente"

Una telefonata alle segreterie nazionali di Cgil, Cisl e Uil ha annunciato questa mattina l’avvio di inizio della procedura di cessazione attività dello stabilimento Ideal Standard di Roccasecca.

I 320 dipendenti rimasti, a seguito di lunghe procedure di mobilità e contratti di solidarietà, hanno saputo dai sindacati la sorte che li attende da qui a breve.

Da anni l’Ideal Standard è al centro di tavoli preso il Ministero per lo Sviluppo Economico paventando la possibilità di chiudere i tre stabilimenti italiani procedendo a una delocalizzazione delle produzioni.

Il primo impianto ad essere stato interessato dalla dismissione è stato quello di Orcenico e adesso sembra toccare proprio allo stabilimento di Roccasecca. Un’ipotesi della quale si parla da anni al punto da aver aperto un tavolo presso il Ministero per lo sviluppo economico con l’intento di trovare una via d’uscita dalla crisi soprattutto per la fabbrica del Cassinate considerata un polo d’eccellenza e il luogo di produzione di elementi di altissima qualità. Il piano industriale atteso da tempo non è ancora arrivato davanti al Mise eppure, stamattina è arrivata la decisione per l’impianto di Roccasecca. I sindacati hanno immediatamente indetto un’assemblea con i lavoratori che si trasformerà in un’assemblea permanente. Sandro Chiarlitti della Filctem Cgil ha affermato: “Questo è un ‘omicidio industriale’, lo stabilimento di Roccasecca produce elementi di altissima qualità. Siamo pronti a fare la nostra parte per scongiurare la chiusura dello stabilimento dal quale dipendono 320 persone più l’indotto”.

Il sindaco di Roccasecca Giuseppe Sacco

Il sindaco di Roccasecca Giuseppe Sacco ha affermato: “Mai come in questo momento le istituzioni e il territorio devono fare la loro parte. Non è possibile rimanere passivi rispetto a quello che è un vero e proprio dramma. L’impianto per storia e per meriti acquisiti sul campo non può chiudere. Per la qualità che ha acquisito è il fiore all’occhiello del gruppo. Invito tutta la cittadinanza ma tutte le parti sociali, imprenditoriali e commerciali a stringersi intorno ai lavoratori e alle loro famiglie in questo particolare momento con la disponibilità ad impegnarci in ogni sede per scongiurare la chiusura. Invito tutta la cittadinanza di Roccasecca e di tutti i comuni limitrofi a partecipare a una manifestazione che è stata indetta venerdì mattina alle ore 10 davanti allo stabilimento”.

Sulla questione è intervenuto anche Mario Abbruzzese che ha detto: “L’annuncio della chiusura dello stabilimento Ideal Standard di Rocca Secca conferma le preoccupazioni che il sottoscritto aveva sottoposto al governo regionale e nazionale con svariate interrogazioni, vista la mancanza di chiarezza da parte dei vertici dell’azienda sul piano industriale. Questo è un altro duro colpa all’instabile economia del territorio”.