La Festa dell’Albero a Frosinone Cassino Roccasecca e San Vittore

Il Comune di Frosinone ha partecipato, anche quest’anno, alla Festa dell’Albero, ricorrenza internazionale volta alla valorizzazione dell’ambiente e del patrimonio arboreo. Durante la manifestazione tenutasi alla scuola “Aldo Moro” di via Mastruccia, sono stati messi a dimora due alberi (Picea alba e quercia rossa) dagli alunni delle classi terze, quarte e quinte della Scuola Primaria “Lago Maggiore” e dagli alunni di alcune classi della Scuola Secondaria di primo grado “A. Moro”, dei bambini della scuola dell’Infanzia “Miele”, con gli studenti dell’indirizzo agrario dell’istituto “Angeloni”, donati dal vivaio “Fontana”.

Sono intervenuti l’assessore alla Pubblica Istruzione, Valentina Sementilli, il consigliere Sergio Verrelli, il dirigente scolastico del I comprensivo, Lorenzo de Simone, la dirigente dell’istituto “Angeloni”, Teresa Orlando, il maresciallo maggiore Fabio Cristiani e l’appuntato Francesco Fedele del gruppo Carabinieri Forestale di Frosinone, il consigliere dell’ordine dei dottori agronomi della provincia di Frosinone, Igino Magliocchetti.

Presenti, inoltre, l’agronomo Giuseppe Sarracino e Domenico Nanè del settore comunale dei servizi ambientali. “Per celebrare la festa di oggi – ha dichiarato l’assessore Sementilli – abbiamo piantumato due alberi, simbolo di vita, che saranno accuditi perché crescano sani e rigogliosi. È importante sviluppare sensibilità per l’ambiente e per la salvaguardia del nostro patrimonio verde, soprattutto nelle giovani generazioni. Loro, insieme a noi, avranno il compito di trasmettere i valori del rispetto e della tutela dell’ecosistema ai cittadini di domani”.

A Cassino il Sindaco Carlo Maria D’Alessandro si è recato nelle scuole per l’infanzia della città ed insieme ai bambini ha provveduto alla piantumazione di un albero di ulivo.

Il primo cittadino ha fatto visita dapprima all’istituto Don Bosco, poi, accompagnato dall’assessore all’ambiente, Dana Tauwinkelova,  ha proseguito il suo tour nella scuola dell’infanzia “Arigni”, successivamente, invece, si è recato, insieme al consigliere comunale, Francesca Calvani, alla Donizetti e agli istituti di via Arno e di via Zamoch.

“Questa festa – ha detto il primo cittadino agli insegnanti ed ai bambini – rappresenta un’occasione privilegiata per porre l’attenzione sull’importanza degli alberi per la vita dell’uomo e per l’ambiente.

Da sempre gli alberi ci raccontano la storia, combattono, grazie alle loro radici, i fenomeni di dissesto idrogeologico, mitigano il clima, rendono più vivibili gli insediamenti urbani, proteggono il suolo e migliorano, soprattutto, la qualità dell’aria.

Ma piantare un albero, oggi, nel giardino delle scuole dell’infanzia rappresenta anche il nostro diritto a sentirci parte di una comunità, perché quello che piantiamo, ora, è di tutti. Abbiamo il bisogno, a partire dai più piccoli, di ristabilire un legame profondo con la natura e la città, con i suoi luoghi, gli spazi, la bellezza prendendocene cura con piccoli gesti quotidiani. Senza chiedere nulla in cambio. In questo modo riusciremo sicuramente a vivere in un mondo migliore e ad educare in modo consono le nuove generazioni.

Un piccolo gesto, come piantare un albero, può avere un grande valore. L’amore che ognuno di noi deve avere verso un ecosistema a cui tutti gli esseri viventi fanno parte e che si regge, soprattutto ultimamente, su delicati equilibri”.  Ha concluso il Sindaco del comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro.

Piantine di olivo per ciascuno dei 17 nati nel 2016 a San Vittore del Lazio e un tiglio da piantumare a San Cesario. San Vittore celebra l’ambiente e le famiglie in una bella mattinata di sole con una manifestazione ricca di gioia, allegria e di significato. La Festa dell’Albero di San Vittore del Lazio conferma il suo trend più che mai green e rafforza il legame simbolico fra i giovanissimi e l’ambiente.

Poesie, canzoni e lavori, tutti elaborati dagli alunni delle scuole dell’Infanzia e Primaria del paese, del centro e della località San Cesario, hanno dato il la alla manifestazione. Alunni, insegnanti e il dirigente, professor Pietro Pascale, sono stati accolti dall’assessore sanvittorese Amilcare D’Orsi. L’amministratore ha introdotto le prime esibizioni in un’atmosfera spensierata presso la suggestiva location di Piazza Corte dei Santi, con le classi schierate e i genitori divisi fra orgoglio ed apprensione per una giornata calda, ma comunque tardo autunnale.

Le esibizioni si sono susseguite fino ai saluti delle autorità convenute. L’assessore D’Orsi, naturalista per vocazione e professione, ha rimarcato “l’importanza assoluta di una cultura dell’ambiente. Voglio ringraziare tutti gli intervenuti, il consigliere Antonoro Lanni e l’esponente della Polizia Municipale Vittore Saroli per l’ottimo lavoro preparatorio svolto”. “La scuola è un ambiente privilegiato per la tutela dell’ambiente, soprattutto nel nostro territorio”, gli ha fatto eco il dirigente scolastico Pascale che ha anche illustrato le iniziative che vedranno coinvolte le scolaresche in futuro sul tema.

“Vi porto i saluti anche della Provincia di Frosinone”, ha concluso il Presidente della XV Comunità Montana Gianluca Quadrini, intervenuto alla kermesse nella sua doppia veste . Quadrini presente alla manifestazione ha tenuto particolarmente a ringraziare per l’organizzazione il Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo di Cervaro Prof. Pietro Pascale, il Sindaco di San Vittore del Lazio Avv.Nadia Bucci, l’assessore comunale e comunitario Amilcare D’Orsi promotore di tante belle iniziative sui 19 comuni del circuito montano, il consigliere comunale Antinoro Lanni ed il rappresentante dei genitori Lucio Rossi Presidente del circolo didattico Cervaro-San Vittore.
“Non è facile oggi – ha esordito il presidente Quadrini – che un dirigente scolastico dia l’autorizzazione per svolgere manifestazioni all’aperto, in quanto è un compito che richiede grande responsabilità. Per questo ritengo che l’organizzazione di tali eventi sia un segnale di grande rispetto per il territorio e di sensibilità per grandi e piccoli. E’ importante che i ragazzi imprimano sia nel cuore che nella mente gli insegnamenti preziosi dei docenti che hanno una grande compito da svolgere e ai quali va il plauso per l’impegno, la passione e l’attenzione verso gli alunni. Il senso di amicizia che lega ragazzi ed insegnanti deve essere sempre forte perchè questi ultimi sono i punti di riferimento, insieme ai genitori, in un’epoca che riserva troppe insidie. Un grande plauso meritano altresì i nonni colonna portante della società, sempre presenti e rassicuranti in ogni famiglia”.
Il presidente Quadrini ha ricordato i 2 progetti importanti organizzati insieme all’amministrazione comunale di San Vittore del Lazio, quello dell’Horto Botanico sotto la Scuola elementare che comprenderà anche una bonifica dell’intera area e l’altro che riguarderà la sistemazione del riscaldamento nella palestra della Scuola. “E’ importante la sinergia collaborativa tra istituzioni ed enti pubblici. L’ente montano si impegna a portare avanti questi progetti volti all’attenzione della Scuola, dei bambini e dei genitori. Come presidente infatti, non dimentico mai i cittadini”.

Quadrini ha partecipato anche alla festa dell’Albero a Roccasecca, insieme al Sindaco Giuseppe Sacco, al vicesindaco Valentina Chianta, al consigliere comunale e comunitario Fabio Tanzilli, al cons. Ivan Cerrone, all’assessore Tommasino Marsella, all’assessore Antonio Colantonio, nonché alla Dirigente Scolastica Fernanda Carbone, al personale docente dell’Istituto Comprensivo di Roccasecca e a tutti i bambini. L’evento ha come scopo la messa a dimora di nuovi alberi al fine di ricordare l’importanza del verde educando le nuove generazioni al rispetto della Natura.
La XV Comunità montana Valle del Liri ha donato 4 piante, le prime di una lunga serie che come promesso donerà ogni anno al Comune di Roccasecca, allo scopo di completare con la loro piantumazione il bellissimo viale della città. “I ragazzi sono il nostro futuro -ha affermato il presidente Quadrini – e noi abbiamo il compito di insegnare loro il rispetto per l’ambiente e l’aria che respiriamo. Questa è una iniziativa lodevole che rappresenta anche l’occasione per ricordare che senza gli alberi, i polmoni verdi del pianeta, non c’è futuro e, anche se in piccola parte, attraverso le molteplici piantumazioni lungo il territorio, vogliamo proprio cercare di compensare la perdita degli spazi verdi divorati dai drammatici incendi della scorsa estate. L’albero è un prezioso alleato nella lotta ai cambiamenti climatici e proteggerlo significa anche difendere il territorio e le specie che lo abitano”.

“Un ringraziamento lo rivolgo al sindaco per l’attenzione profusa verso questa manifestazione, all’amministrazione comunale sempre dedita all’ambiente e al bene dei cittadini, al personale docente e non docente, alla Dirigente scolastica sempre molto attiva e a tutti coloro che si sono impegnati per l’ottima riuscita dell’evento. Complimenti davvero!”