Cassino – L’ex Campo di Concentramento di Caira dal demanio dello Stato a quello della Regione Lazio

Il Consigliere Regionale Marino Fardelli e il Presidente della Regione Nicola Zingaretti

L’ex Campo di Concentramento di Caira dal demanio dello Stato a quello della Regione Lazio. A chiederlo, su iniziativa del consigliere regionale Marino Fardelli, è lo stesso Presidente Nicola Zingaretti che in una richiesta diretta al Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini, chiede “l’istituzione di un Tavolo Tecnico Operativo per procedere alla conclusione di un accordo di valorizzazione a al successivo trasferimento del bene oggi di proprietà del demanio dello Stato alla Regione”.

Grande soddisfazione per il consigliere regionale Marino Fardelli: “Siamo ad un punto di svolta per l’ex campo di concentramento. Finalmente, dopo anni di abbandono, abbiamo la possibilità di recuperare questo patrimonio storico e di renderlo fruibile e attrattivo. Il Presidente Zingaretti lo ha inserito tra i beni che nel territorio regionale hanno particolare significato e sui quali attivare mirati processi di recupero e valorizzazione”.

La Giunta regionale infatti, nel documento di indirizzo, si è avvalso del Decreto legge “Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo” ed ha individuato in ciascuna provincia un bene di particolare pregio storico e artistico e che, se sono di proprietà dello Stato, possono essere trasferiti alla Regione.

Nel documento firmato dal Presidente Zingaretti si legge che “L’ex campo di concentramento di grande valore storico per le connotazioni sociali e civili interenti il primo conflitto mondiale, presenta aspetti peculiari ed unici nel territorio regionale sui quali si ritiene possibile costruire un percorso condiviso di valorizzazione finalizzato al suo recupero per fini divulgativi, turistici e museali, anche mediante l’attivazione di partenariato pubblico-privato”. 

paolaIl consigliere Fardelli, che ha creato una serie di iniziative finalizzate al recupero dell’ex “deposito”, l’8 novembre scorso aveva accompagnato il Presidente Zingaretti ad un sopralluogo presso la struttura di via Caira e, insieme ad alcuni storici del cassinate, aveva riportato all’attenzione proprio la necessità di valorizzare l’intera struttura.

“La Regione Lazio ha già fissato un impegno di spesa di 6 milioni di euro per l’ex Campo di Concentramento di Cassino e adesso, anche alla luce della dichiarazione di sito “di notevole interesse culturale dal Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo”, il Presidente Zingaretti chiede che il bene passi al demanio regionale. Sono molto soddisfatto. L’iter è lungo ma non impossibile. Nei prossimi anni il territorio ne beneficerà” ha concluso Marino Fardelli candidato al consiglio regionale del Lazio.