Lite tra stranieri finisce a coltellate, nigeriano arrestato per tentato omicidio a Cassino

E’ stato arrestato dai carabinieri del Norm della Compagnia di Cassino per tentato omicidio un 21enne nigeriano richiedente asilo. Ieri pomeriggio il giovane, ospite in una struttura del posto, durante un diverbio per futili motivi circa la presenza in cucina di pentole sporche, afferrava d’impeto un grosso coltello da cucina presente su un tavolo, colpendo, all’emitorace sinistro, un altro cittadino straniero di nazionalità somala di 21 anni, anche lui ospite nella stessa struttura.

Questo vistosi colpito, per evitare ulteriori possibili fendenti, scappava chiedendo aiuto ai responsabili della struttura che, prontamente, hanno allertato i carabinieri ed il 118.

Il giovane aggredito, soccorso dal personale del 118 è stato trasportato al Pronto Soccorso dell’Ospedale Santa Scolastica, dove i sanitari di turno lo riscontravano affetto da: “ferita da arma bianca alla base dell’emitorace sinistro con contusione polmonare ed emotorace”, giudicandolo guaribile in gg.6 s.c..

La pattuglia del N.O.R.M. nel frattempo giunta sul posto, ha rintracciato l’aggressore trovando in cucina due grossi coltelli, di cui uno veniva successivamente indicato dalla vittima come quello usato per l’insano gesto.

I carabinieri al termine dell’attività di indagine hanno arrestato il giovane nigeriano che è stato condotto dopo le formalità di rito presso la Casa Circondariale di Cassino. Il coltello, della lunghezza totale di cm.32, di cui 20 di lama è stato sequestrato. mentre il coltello, della lunghezza totale di cm.32, di cui 20 di lama, veniva sottoposto a sequestro.